Clamoroso stop per Silvio Berlusconi. Stavolta però non si tratta di una bega giudiziaria o di un nuovo processo che minaccia di aprirsi. Gli sbalzi della pressione sarebbero alla base di questa sosta forzata. Lo staff medico che segue Berlusconi starebbe addirittura valutando un ricovero lampo per scongiurare complicazioni e per rimettere perfettamente in forma il Cavaliere. Lui però smentisce categoricamente e dice ai giornalisti di stare benissimo. Le voci di un malore erano iniziate a circolare a causa dell'annullamento di alcune uscite importanti, proprio inerenti alla campagna per le Elezioni politiche 2018 che sta entrando nel vivo.

Domenica avrebbe dovuto partecipare alla trasmissione "In 1/2 ora" condotta da Lucia Annunziata. Stasera, sempre su una rete Rai, sarebbe dovuto andare da Bruno Vespa nel celebre salotto di Porta a Porta, dove l'ex Presidente del Consiglio ci ha da sempre abituati ad annunci e prestazioni mediatiche spiazzanti.

Una campagna elettorale troppo dura?

I veleni della campagna elettorale, si sa, portano con sé rancori, vendette e scambi di battute anche dai toni molto forti. Perciò bisogna essere sempre al pezzo, pronti per replicare a qualsiasi allusione, ad ogni attacco politico e personale degli avversari. Il ring elettorale, insomma, è un campo di battaglia dove stare in piedi ad incassare è un mestiere estremamente difficile.

Può capitare a 82 anni di avere un acciacco, anche molto banale, come ad esempio un piccolo valore sballato quando ci si misura la pressione. Se ti chiami Silvio Berlusconi (classe 1936) e vuoi vincere le elezioni, non puoi permettertelo.

Le polemiche sulle liste

C'è chi stempera i toni e parla di una mossa di tipo tattico, peraltro estremamente azzeccata dal punto di vista della tempistica.

Sono ancora calde le polemiche legate alle liste, a causa della esclusioni eccellenti e per i mal di pancia che quando si deve scegliere per un nome sacrificandone un altro sono inevitabili. Nel Partito si pensa anche a un passo di lato, per far smorzare i toni delle varie correnti interne che non sono state accontentate e per ritornare più in forma di prima appena si rende necessario.

Sprecare energie per le lotte intestine non servirebbe a un granché.

Centrodestra in testa nei sondaggi

Il Centrodestra naviga sempre più verso la vittoria elettorale. Con l'alleanza che tiene c'è poca storia per il Movimento 5 Stelle e per il Partito Democratico. Anche tra gli oppositori la questione delle liste ha procurato non pochi problemi. Matteo Renzi ne esce pressoché travolto, con Orlando ed Emiliano che erano arrivati quasi a minacciare la scissione. Berlusconi è stato più furbo e si è sottratto dal fuoco amico?

Segui la pagina Elezioni Politiche
Segui
Segui la pagina Matteo Renzi
Segui
Segui la pagina Silvio Berlusconi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!