Il segretario del Partito Democratico Matteo Renzi e l'ex esponente storico del PD Massimo D'Alema, ora membro di 'Articolo 1- Movimento Progressista', non vanno d'accordo da diverso tempo. Entrambi si accusano a vicenda di aver rovinato il Partito Democratico e le loro due 'visioni ideologiche' si scontrano fortemente. Difatti, D'Alema è un'importante rappresentante di quella parte del centrosinistra proveniente dal Partito Comunista e Renzi, invece, rappresenta ed è protagonista del nuovo corso dello stesso PD, corso che l'ha portato ad abbandonare il rimasuglio post-comunista ancora presente nel partito.

Il segretario del PD: 'Votare D'Alema è un regalo a Lega e 5 Stelle'

Recentemente la polemica tra Renzi e D'Alema è tornata d'attualità, grazie a un duro attacco politico da parte del segretario del Partito Democratico al politico di 'Articolo1-Movimento Progressista'. Come riportato in un articolo pubblicato sul sito dell'agenzia giornalistica 'ANSA', Renzi ha sostenuto che votare alle Elezioni politiche D'Alema e la sinistra radicale è come dare un voto al Movimento 5 Stelle di Grillo e/o della Lega Nord di Matteo Salvini. Difatti, secondo l'ex premier votando il partito di D'Alema si farebbe il gioco di 5 Stelle e Lega.

Renzi: 'Non faremo mai un governo con il Movimento 5 Stelle'

Sempre stando a quanto riportato sul sito dell'ANSA, Renzi ha anche chiarito il suo pensiero su un'ipotetica coalizione formata dal Partito Democratico, dal Movimento 5 Stelle e da Forza Italia.

Per essere più specifici, durante una recente intervista a 'Porta a Porta' il segretario dem ha espresso il suo più profondo rifiuto di un'alleanza con i grillini. Inoltre, Renzi ha ribadito che con gli 'estremisti' il PD non farà mai nessuna alleanza e che il programma di uscita dall'euro o dell'assistenzialismo senza lavoro non può essere quello del Partito Democratico.

Oltre a ciò, Renzi ha fortemente criticato il candidato pentastellato Luigi Di Maio per via dei suoi repentini cambiamenti di posizione sul tema dell'euro e dell'uscita dall'Unione Europea. Più precisamente, l'ex presidente del Consiglio ha dichiarato, sempre durante l'intervista condotta da Bruno Vespa, che continuare a seguire ciò che dice il candidato dei 5 Stelle fa venire il mal di testa, in quanto un giorno afferma di essere a favore dell'euro e il giorno dopo si dichiara pronto all'uscita dall'euro e dall'UE.

Segui la pagina Elezioni Politiche
Segui
Segui la pagina Matteo Renzi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!