Annuncio
Annuncio

Ai microfoni di un intervento rilasciato a 'Europe 1' il portavoce del governo francese, Benjamin Griveaux, ha tenuto ad evidenziare che le dichiarazioni satiriche e critiche rilasciate dal Governo Lega-M5S, soprattutto a margine del 'neocolonialismo valutario' della Francia in Libia, non hanno evitato al Bel Paese di entrare in recessione. Lo stesso portavoce ha precisato che le minacce dell'escalation nei rapporti di alleanza tra l'Italia e la Francia giungono a seguito della divulgazione della news che vedeva Luigi Di Maio intento ad incontrare i gilet gialli.

Italia-Francia e le minacce di escalation dei rapporti di alleanza: il Pd scrive all'ambasciatore francese

A margine della crisi migranti, che continua a mettere a dura prova i rapporti di alleanza maturati tra gli Stati membri dell'Unione Europea, il portavoce dell'esecutivo francese non ha nascosto che l'Italia potrebbe essere finita in una fase di 'recessione economica'.

Annuncio

Anche per via di alcune esternazioni rilasciate di recente da diversi esponenti del panorama politico italiano, come ad esempio le esternazione fatte dal leader del M5S, Luigi Di Maio, che diversi giorni fa, appoggiava l'opinione sostenuta da Giorgia Meloni, ovvero che la Francia fosse responsabile della povertà di 14 Stati africani, che il Paese facente capo ad Emmanuel Macron sfrutterebbe applicando il 'signoraggio' sull'adozione della moneta coloniale francese, il franco 'CFA'. A seguito di quanto è stato sostenuto da Griveaux, il capogruppo del Pd ha voluto scrivere all'ambasciatore francese, a mezzo lettera. ''Siamo allibiti dal crescendo di accuse ed ingerenze che il governo italiano sta rivolgendo alla Francia.

Annuncio

A nome mio personale e di tutto il gruppo del Pd le rinnovo il sentimento di amicizia che lega storicamente i nostri due Paesi'', così comincia la lettera scritta dal capogruppo del Partito Democratico, Andrea Marcucci, e indirizzata all'ambasciatore francese a Roma, Christian Masset. La missiva è stata pubblicata sul profilo Facebook del capogruppo Pd, dove non sono mancate numerose critiche rilasciate da parte degli utenti Facebook, che contestano al Partito Democratico di essere dei 'traditori' dell'Italia.

Giorgia Meloni commenta

La leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, è insorta nella registrazione di un video pubblicato sul suo profilo Facebook, a margine del contenuto della lettera del Pd indirizzata alla Francia: ''Sono indignata, sono schifata per la lettera scritta dall'ambasciatore francese, per chiedere perdono per le azioni del Governo italiano; ma scuse di cosa? Ma voi ricordate che il Governo francese abbia chiesto scusa all'Italia, quando il presidente Macron ci ha definiti vomitevoli, cinici e irresponsabili? Nessuno ci ha mai chiesto scusa. Perché nelle altre Nazioni, i partiti si schierano dalla parte del loro popolo.

Annuncio

E noi in Italia abbiamo un partito democratico che è fatto di traditori'', queste ultime sono le parole che sintetizzano il messaggio rilasciato dalla leader di Fratelli d'Italia, su Facebook.