L’Assemblea Nazionale del Pd, riunita oggi, domenica 17 marzo, all’hotel Ergife di Roma, ha proclamato ufficialmente Nicola Zingaretti Segretario del partito. Comincia così l’era zingarettiana, dopo la segreteria di Matteo Renzi e il periodo di interregno di Maurizio Martina. Il popolo Dem ovviamente è entusiasta del nuovo corso intrapreso dal Partito Democratico, ma non tutti hanno vissuto con la stessa gioia questa giornata che, nelle intenzioni dei vertici del Nazareno, dovrebbe portare ad una svolta storica e alla rinascita del partito in termini di consensi.

Pubblicità

È il caso, ad esempio, del professor Antonio Maria Rinaldi, economista di idee ‘sovraniste’, divenuto ultimamente volto noto al grande pubblico grazie alle sue innumerevoli ospitate nei talk show televisivi. Rinaldi considera un “affronto intollerabile” il fatto che il Pd abbia deciso di aprire la sua riunione facendo suonare l’inno europeo prima di quello italiano.

Il tweet di Antonio Maria Rinaldi contro il Pd: ‘Fiero di essere stato bloccato’

La denuncia di quello che ritiene un fatto gravissimo accaduto all’assemblea Pd, Antonio Maria Rinaldi decide di farla via Twitter.

Nel suo cinguettio pubblicato nella tarda mattinata di domenica, Rinaldi si vanta, per prima cosa, del fatto che il suo profilo sul noto social network sia stato da tempo bloccato dal Partito Democratico. Per questo è costretto a limitarsi a condividere solo uno screenshot ‘rubato’ dal profilo ufficiale Dem su Twitter. “Si apre l’Assemblea Pd con l’inno all’Europa e poi l’inno d’Italia”, si legge nel tweet firmato pdnetwork, pubblicato pochi minuti prima.

Rinaldi infuriato: ‘Affronto all’inno di Mameli nell’anniversario della proclamazione dell’Unità d’Italia’

Una notizia, quella della precedenza concessa dal Pd all’Inno alla Gioia (parte della Nona sinfonia del compositore Ludwig van Beethoven), fatto suonare prima dell’inno italiano, che ha fatto andare su tutte le furie il solitamente placido Antonio Maria Rinaldi.

Pubblicità

L’economista romano, infatti, dopo essersi auto fregiato della “medaglia al valore” per essere stato bloccato dal Pd su Twitter, posta lo screenshot del cinguettio Dem di cui si è già detto, completandolo però con il seguente commento: “Iniziare l’Assemblea Pd con l’inno europeo invece che con quello di Mameli proprio il 17 marzo, ricorrenza della proclamazione dell’Unità d’Italia, è un affronto intollerabile”.