"Salvini ha aperto una crisi tra un mojito e l'altro, noi questa crisi aperta dalla spiaggia la portiamo in parlamento". La posizione di Luigi Di Maio non cambia, è quella del Movimento 5 Stelle che è stata espressa nel recentissimo 'summit' e sottolineata dal garante Beppe Grillo: "Per noi Salvini non è più credibile". Così, mentre il leader della Lega rischia davvero di restare 'spiaggiato' e continua ad accusare l'ex alleato di un prossimo 'inciucio' con il Pd per formare una nuova maggioranza, Di Maio ribadisce che non c'è alcuna intenzione da parte sua di allearsi con gli esponenti del precedente esecutivo, ma che per uscire da questo tunnel è necessario "affidarci al Presidente della Repubblica ed al percorso istituzionale che sarà delineato dal Quirinale".

Di Maio e la 'crisi aperta in spiaggia'

Dunque, per il principale portavoce del Movimento, "non si capisce davvero cosa sia accauduto tra un mojito e l'altro, ma noi questa crisi aperta in spiaggia la portiamo in parlamento perché è il luogo democratico dove dibattere". Tra l'altro, come riporta Tgcom24, lo stesso Di Maio assicura che "molti leghisti mi hanno scritto che non sapevano nulla, tutto quanto è accaduto per colpa di Salvini e lo si nota anche da interviste che altri esponenti del suo partito hanno rilasciato".

Oggetto del contendere è la mozione di sfiducia che la Lega ha depositato contro l'esecutivo, tra l'altro è sinceramente surreale che si presenti una tale proposta senza prima ritirare dal governo i propri ministri. "La mozione è ancora depositata ed oggi Salvini non fa altro che attaccarci, per fare notizia ha bisogno di parlare di noi, credo sia disperato. Spero che all'interno del suo partito si apra un dibattito interno perché in pochi giorni è stato capace di combinare un disastro".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Matteo Salvini

'Non andremo al governo con Renzi, Lotti e la Boschi'

Luigi Di Maio vuole inoltre rispondere a chiare lettere alle accuse del leader leghista che continua a pigiare il tasto di un prossimo esecutivo M5S-Pd. "Ho sentito di noi che andremo al governo con Renzi, Lotti e la Boschi, ma tutto questo è frutto di bufale della Lega alle quali non vogliamo nemmeno rispondere". Tra l'altro proprio Maria Elena Boschi in un colorito scambio di battute virtuali con Salvini, ha escluso tramite un post su Facebook l'ipotesi di un governo con i 5 Stelle.

"Io non andrò al governo con Toninelli e Di Maio, al massimo voto la fiducia a un Governo Istituzionale che evita l’aumento dell’IVA e che riporta l’Italia a giocare un ruolo in Europa", ha scritto a chiare lettere l'ex ministro del governo Renzi. Un'ipotesi, questa, che il M5S potrebbe sostenere anche se Di Maio ribadisce a chiare lettere che il percorso di uscita dalla crisi sarà deciso unicamente dal Presidente Mattarella.

Ci sono però alcuni pericoli che il Movimento vuole assolutamente evitare e, in tal senso, anche Di Maio fa riferimento al temuto aumento dell'IVA. "Per colpa della Lega c'è il rischio che aumenti e noi faremo di tutto per evitare l'aumento delle tasse alle famiglie italiane".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto