Il cosiddetto caso Bibbiano rischia di sgonfiarsi. Il Tribunale dei minori di Bologna, infatti, chiamato in causa dalla Procura minorile del capoluogo felsineo dopo l’apertura dell’inchiesta ‘Angeli e Demoni’, ha fornito un suo primo giudizio. Il caso, come è noto, è quello che, insieme alla crisi del governo gialloverde, ha infiammato la scorsa estate. Decine di bambini residenti in Val D’Enza, in provincia di Reggio Emilia, strappati con la forza e con l’inganno alle loro famiglie per essere affidati anche ad amici degli assistenti sociali, accusati in certi casi persino di aver torturato i piccoli.

Sospetti tutti da provare, ovviamente. Ma ora il Tribunale, dopo un primo esame di circa un centinaio di casi specifici, non ha riscontrato alcuna anomalia, ritenendo il sistema dell’assistenza sociale “sano” nel suo complesso. Insomma, un brutto colpo per chi aveva cavalcato politicamente l’onda del caso Bibbiano come il M5S e la Lega, scatenati contro il Pd perché un suo Sindaco era rimasto coinvolto nell’inchiesta.

Ora i dem si prendono la loro piccola rivincita, con la deputata Alessia Rotta che punta il dito contro la “orrenda propaganda” messa in atto in questi mesi dal partito di Matteo Salvini.

Il Tribunale dei minori di Bologna: ‘Nessuna anomalia nel sistema Bibbiano’

Dopo un vertice tenuto il 13 settembre scorso, ma di cui si è avuta notizia solo in queste ultime ore, il Tribunale dei minori di Bologna ha annunciato di non aver riscontrato alcuna anomalia nel cosiddetto caso Bibbiano.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pd Lega Nord

Insomma, il sistema dell’assistenza sociale nella provincia di Reggio Emilia sarebbe nel complesso “sano”. Ad affermarlo, secondo quanto riporta Repubblica, è stato il Presidente del Tribunale Giuseppe Spadaro. Dei circa 100 fascicoli esaminati dal suo staff e dai responsabili dei servizi sociali convocati per l’occasione, non sarebbe emerso alcun sospetto di illegittimità in merito agli allontanamenti di alcuni bambini dalle loro famiglie a Bibbiano. Solo 15, poi, sarebbero state le richieste di allontanamento accolte dai giudici, sette delle quali hanno subito un ricorso, sempre rigettato.

Alessia Rotta del Pd scatenata: ‘Unico sistema è quello della Lega’

Numeri alla mano, anche se le risultanze dell’inchiesta ‘Angeli e Demoni’ non sono ancora definitive. Il caso Bibbiano potrebbe presto sparire dalle cronache. Un bel sospiro di sollievo per il governo guidato da Giuseppe Conte, visto che il M5S era stato tra i principali accusatori del Pd, definito addirittura da Luigi Di Maio il “partito di Bibbiano”.

Acqua passata, ormai, in nome della pace da mantenere nell’esecutivo giallorosso. Conto ancora aperto, invece, tra il partito di Nicola Zingaretti e quello di Matteo Salvini. La prima a togliersi qualche sassolino dalla scarpa è stata la deputata Alessia Rotta. “Il Tribunale dei minori di Bologna dice che non esiste nessun ‘sistema Bibbiano’ - esulta la parlamentare ex renziana su Twitter - l’unico sistema è quello della Lega e prevede bambini esibiti come trofei, palate di fango contro gli avversari e squallide magliette”.

Tutti addebiti pesantissimi ai quali la Rotta aggiunge un invito che sa di provocazione: “Forza, parlateci della orrenda propaganda su Bibbiano”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto