Il tragico naufragio avvenuto di fronte alle coste dell’isola siciliana di Lampedusa ha infiammato la polemica Politica. Il leader della Lega Matteo Salvini, non più Ministro dell’Interno, se la prende con il cosiddetto ‘effetto attrazione’. Ovvero il fatto che, con il nuovo governo non più gialloverde ma giallorosso, i migranti abbiano più speranze di arrivare in Italia e i trafficanti di uomini siano dunque spinti ad organizzare più viaggi della morte.

In effetti, i numeri degli sbarchi avvenuti nel settembre 2019 risultano triplicati rispetto a quelli dell’anno precedente. Per questo Salvini sembra avere il coltello dalla parte del manico. Ma in soccorso del governo Conte, anche se in modo indiretto, arriva lo sfogo di Riccardo Gatti, capo missione della Ong spagnola Open Arms, secondo il quale la narrazione propagandata dal leader leghista sarebbe “falsa”.

Riccardo Gatti ospite di La7: ‘Non c’è nessun effetto chiamata’

L’ennesima strage del mare, avvenuta al largo di Lampedusa, ha provocato la morte di 13 donne, anche se il bilancio risulta ancora provvisorio visto che all’appello mancano circa 15 persone, tra le quali almeno quattro bambini. Sul tema migranti il talk show mattutino di La7, Coffeebreak, ha voluto ascoltare l’opinione di Riccardo Gatti, capo missione della Ong battente bandiera spagnola Open Arms.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Matteo Salvini

“Salvini ha detto che con il nuovo governo c’è discontinuità con la linea dei porti chiusi - gli domanda il conduttore - e quindi questo attrarrà molti più migranti. L’abbandono della ‘linea Salvini’ provocherà nuovamente questo effetto attrazione verso l’Italia?”. Gatti afferma di non essere un politico e di non voler replicare quindi “a livello politico”. Ma la sua risposta risulta tutta politica.

“Replico ripetendo quello che non abbiamo inventato noi - argomenta il capo di Open Arms - per esempio, l’Istituto oceanografico forense di Londra, o l’Istituto italiano di investigazione Ispi, continuano a ribadire, documentandolo, che non c’è nessun effetto chiamata, non c’era né con l’operazione Mare Nostrum, né con quelle della Guardia Costiera italiana e nemmeno con le operazioni delle Ong”.

Il capo di Open Arms: ‘Discorso sui migranti fuorviante rispetto alla realtà’

Tutte queste risultanze, prosegue nella sua analisi Riccardo Gatti, sono state ribadite anche “dalle diverse indagini delle procure.

Perciò - ecco l’attacco a Matteo Salvini, anche se senza nominarlo - non si può continuare a creare una narrazione falsa su quello che sta succedendo nel Mediterraneo centrale. Perché i dati dicono tutt’altra cosa”. L’esponente di Open Arms snocciola allora una serie di dati. Vero che Marco Minniti del Pd ha ridotto le partenze dalla Libia quando occupava la poltrona del Viminale. Vero anche che le “politiche di Berlusconi” le avevano altresì fatte calare notevolmente.

E, negli ultimi due anni, il capo è stato ulteriore. Ma, nonostante tutto, i morti nel Mediterraneo sono stati sempre più di mille ogni anno. Insomma, quello sui migranti, conclude Camps, è un “discorso totalmente fuorviante e falso rispetto alla realtà”. E le politiche finora adottate “non stanno portando a termine niente di realmente favorevole alle persone” che continuano a morire in mare senza poter usufruire di corridoi umanitari.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto