Continuano le polemiche sulla puntata di lunedì scorso di Report, incentrata sulla vicenda dei presunti fondi russi ricevuti dalla Lega. Dopo la spaccatura in seno al Cda Rai, nella giornata di sabato su Rai 3 è stata mandata in onda la replica della trasmissione, e ciò ha suscitato la pronta reazione del capogruppo Vigilanza Rai del Carroccio, Paolo Tiramani, il quale ha annunciato che verrà presentato un esposto all'Agcom per violazione del silenzio elettorale legato al voto in Umbria.

Intanto il conduttore della trasmissione, Sigfrido Ranucci, ha anticipato che stasera, 28 ottobre, andrà in onda un altro appuntamento dedicato all'inchiesta giornalistica sulla cosiddetta "Moscopoli".

Esposto all'Agcom

Intervistato da Prima Pagina News, Paolo Tiramani ha affermato che nella giornata odierna l'ufficio legale della Lega presenterà un esposto all'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni per presunta violazione del silenzio elettorale nella giornata di sabato.

In quella circostanza, infatti, su Rai 3 è stata trasmessa in replica la puntata di lunedì scorso di Report, incentrata sullo scandalo Russiagate che coinvolgerebbe il partito di Matteo Salvini.

Tiramani ritiene che la riproposizione del programma di approfondimento rappresenti una sorta di "provocazione di Stato", e per questo motivo è necessario adire le vie legali. Infatti ha dichiarato di aver dato mandato all'ufficio legale per depositare un esposto contro il terzo canale della Rai che ha deciso di trasmettere la replica dell'inchiesta giornalistica non rispettando, di fatto, il silenzio elettorale in vista delle regionali in Umbria.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Salvini Lega Nord

Subito dopo ha aggiunto che saranno proprio i cittadini umbri a dare una grande soddisfazione al Carroccio votando contro "questo sistema di potere" che tende a screditare puntualmente i leghisti. Infine, rivolgendosi al direttore di Rai 3 Stefano Coletta, il politico piemontese gli ha chiesto se considera normale questo comportamento.

Report, nuova puntata su Moscopoli

Dopo le polemiche interne al Cda Rai, e dopo la replica di Paolo Tiramani, potrebbero esserci delle conseguenze in vista della seconda puntata della trasmissione condotta da Sigfrido Ranucci.

Nonostante le proteste politiche di questi ultimi giorni, il giornalista romano ha anticipato che stasera, 28 ottobre, si continuerà a parlare della presunta correlazione tra Matteo Salvini e gli oligarchi russi, in modo particolare Konstantin Malofeev.

Ranucci ha affermato di non sentirsi affatto sotto pressione, aggiungendo che nella Tv di Stato si sente libero di fare il suo lavoro: "In questa azienda si può essere liberi, basta volerlo".

Inoltre ha svelato di aver chiesto per tre volte al leader della Lega di fornire la sua versione dei fatti per quanto riguarda i presunti rapporti con la Russia, non ricevendo però alcuna risposta.

L'ex ministro dell'Interno finora ha preferito restare in silenzio, non riferendo nemmeno nelle aule parlamentari e dicendosi fiducioso verso l'operato della magistratura. Il leader della Lega ha comunque ribadito in più di un'occasione di non aver intascato mai dei dollari o dei rubli.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto