SWG ha pubblicato i nuovi Sondaggi politici, mostrati nelle ore scorse nel consueto appuntamento del TG La7. Le ultime indicazioni sulle intenzioni di voto dei cittadini per i partiti italiani danno il Movimento 5 Stelle in difficoltà. I grillini hanno perso ulteriore terreno questa settimana, perdendo contatto da chi li precede. Sia Lega che Partito Democratico hanno infatti incrementato il loro bottino. Da segnalare, inoltre, la costante crescita da parte di Fratelli d’Italia, che un passo alla volta si sta avvicinando al traguardo del 10%. Manca davvero poco al raggiungimento di questo obiettivo.

SWG: Forza Italia stabile, arretra Italia Viva di Renzi

La Lega guarda tutti dall’alto del suo 34,5%. Il partito di Matteo Salvini ha aggiunto un altro tassello questa settimana (+0,4%), che gli permette di tenere a distanza gli inseguitori. Il gap con il Pd rimane ampio, anche se quest’ultimo ha raccolto un +1,1% nel giro di pochi giorni, salendo al 18,6% dopo la caduta precedente. Chi, invece, non sembra voler arrestare la sua crisi è il M5S. Il movimento di Luigi Di Maio scivola al 15,8%, perdendo addirittura l’1% rispetto alla scorsa volta.

Alle sue spalle prosegue la scalata di FdI, che si attesta al 9,5% (+0,6%). L’obiettivo è abbattere il muro della doppia cifra, ma non è certo impossibile puntare al terzo gradino del podio, vista la difficoltà dei grillini in questo periodo. La top 5 viene chiusa da Forza Italia, che rimane stabile al 6,2%. Scendendo verso il basso si incontra Italia Viva al 5,6%. Il partito di Matteo Renzi perde lo 0,4%, oltre alla scia del partito di Silvio Berlusconi, che prima aveva a tiro. A seguire si trova Sinistra Italiana con il 3% (-0,3%), poi i Verdi con l’1,9% (-0,3%).

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
M5S Pd

Scorrendo ancora la graduatoria si incontra Più Europa, partito sceso all’1,5% (-0,3%), mentre Cambiamo! di Giovanni Toti si porta all’1,3% (+0,2%). Si chiude con le altre liste al 2,1% (=). Oltre ai classici sondaggi politici, nei giorni scorsi è stato chiesto agli italiani anche un’opinione su alcuni argomenti di attualità. Tra i tanti la questione delle tasse.

Ipsos: governo delle tasse per quasi metà italiani

Secondo il 46% degli intervistati da Ipsos, il governo Conte può considerarsi il governo delle tasse.

Il 45% pensa il contrario, mentre il 9% non ha dato risposta. Il 62% degli italiani interpellati dall’istituto di ricerche sottolinea come sia però giusto prevedere una tassa sulla plastica per coloro che inquinano maggiormente. Il 24% sostiene che non sia importante quanto si inquini, ma è più importante non introdurre nuove tasse. Il restante 14% non ha risposto. A conferma di questo malumore della gente arrivano le dichiarazioni di Alessandra Ghisleri di Euromedia. Sull’argomento micro-tasse fa sapere che gli italiani hanno il timore che queste possano avere ripercussioni negative sulla vita familiare, perciò sono delusi della Manovra 2020 messa a punto dall'esecutivo.

Novità video - Emilia-Romagna, Bonaccini, non si vota per il governo Conte
Clicca per vedere

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto