Tra il primo Governo Conte e il secondo c'è un'importante differenza di numeri rispetto ai migranti sbarcati e censiti sulle coste italiane. A snocciolare i numeri ci ha pensato Repubblica. Il quotidiano ha segnalato il fatto che, tra gennaio 2019 e gennaio 2020, al momento si registri una variazione che fa segnare addirittura un +700%. Un dato che, secondo quanto sostiene il quotidiano, potrebbe essere strettamente dipendente da pressioni che starebbero arrivando dalla Libia, in vista della trattativa per il rinnovo degli accordi sulla gestione dei flussi migratori.

Open Arms attende un porto dove sbarcare

Al momento sono stati registrati gli arrivi di 1275 persone e altre 363 si trovano a bordo della Open Arms.. L'imbarcazione è in attesa di un porto sicuro. Se si considera che, a gennaio 2019, erano stati censiti 202 sbarchi, si può quantificare l'incremento in una percentuale che fa sicuramente effetto: +700%. Si tratta di numeri che, con buona probabilità, soprattutto in seno alla Lega, si proverà a spiegare con il cambio di maggioranza nel Governo, da quando il Carroccio è stato rimpiazzato dal Partito democratico nel Conte 2.

Non sarebbe tuttavia una sorpresa se si considera che proprio i dem, subito dopo l'insediamento, parlarono di un Governo che dovesse essere all'insegna della discontinuità con quello precedente. Tra i nodi della discordia c'era appunto all'atteggiamento verso l'immigrazione e le Ong. E non a caso, nei giorni scorsi, nel Partito democratico si è nuovamente parlato della possibilità di smontare i decreti sicurezza fortemente voluti da Matteo Salvini quando era Ministro dell'Interno.

Memorandum Italia-Libia da rinnovare

Tuttavia, al di là della lettura politica della vicenda, Repubblica prova ad analizzare la situazione, spostando il proprio occhio sul fronte libico. In particolare la situazione conflittuale nel paese nordafricano, negli ultimi mesi, ha continuato ad acuirsi e questo, con buona probabilità, è stato un ulteriore incentivo per le partenze. Il 2 febbraio rappresenta la scadenza la scadenza del Memorandum Italia-Libia sui migranti.

Con una data chiave così vicina ci sarebbe perciò, da parte della Libia, una sorta di facilitazione delle partenze, finalizzata a mettere pressione all'Italia in nella trattativa per il rinnovo dell'accordo. L'orientamento italiano pare essere quello di prolungare l'attuale Memorandum per un altro triennio.

Segui la pagina M5S
Segui
Segui la pagina Pd
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!