Claudio Borghi, attraverso il suo profilo Twitter, ha commento ironicamente quella che sarebbe la posizione del governo italiano in riferimento al bilancio dell'Unione Europea. Pubblicando un articolo tratto dal The Huffington Post si è scagliato contro il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Nel pezzo si pone l'accento sul fatto che il primo ministro italiano punti ad un piano ambizioso che porti ad un aumento della spesa continentale. Un orizzonte non visto di buon grado da parte del leghista.

Dal suo punto di vista questo, essendo l'Italia un contributore netto, porterà l'Italia a dover mettere più soldi.

Conte pensa piano ambizioso per l'Ue

L'idea di Giuseppe Conte è che, conseguenzialmente all'annuncio del Green New Deal, occorre essere ambiziosi sotto il profilo finanziario. Parole che sono arrivate dopo un incontro con la Presidente della Commissione Europea Ursula Von der Leyen. Dichiarazioni che arrivano in una fase in cui si è vicini alla chiusura del semestre croato di presidenza, entro il quale occorrerebbe trovare un'intesa sotto il profilo delle linee guida del bilancio europeo, prima di passare il testimone alla Germania nei prossimi sei mesi.

Secondo Conte occorre approvarlo insieme ed è necessario che il patto sia "ambizioso" senza sacrificare quelle che sono le politiche di coesione e l'agricoltura. L'Italia è tra i paesi che si è rivelata contraria alla proposta finlandese di ridurre il tetto complessivo di spesa dall'1,07% (circa 1.100 miliardi di euro). La proposta della Commissione Europea , diversa da quella dei paesi nordici, parla di un nuovo budget con un aumento dell'1,11%, passando da 956,9 miliardi di euro a 1279,4 miliardi (per l'appunto 1,1% del Pil).

L'Italia è schierata nella direzione dell'aumento.

Borghi definisce Conte 'genio'

L'ipotesi sollevata da Giuseppe Conte trova un'opposizione piuttosto ironica da parte dell'esponente della Lega. Claudio Borghi, mai tenero nei confronti dell'Europa, prova a riassumere quello che a suo avviso sarebbe la strategia del premier e non perde occasione anche per etichettarlo con un termine volontariamente sarcastico.

"Il genio - evidenzia su Twitter - vuole un bilancio Ue più grande". Si tratta di una prospettiva che, secondo il leghista determinerebbe, un chiaro destino per l'Italia. "Ma ha capito - chiede - che dato che noi siamo contributori netti i soldi in più li metteremmo noi?". Un interrogativo che segnala il dissenso nei confronti di quella che sarebbe la linea d'azione tracciata dal Presidente del Consiglio per i conti dell'Unione Europea. Non resta che attendere e capire cosa accadrà davvero.

Segui la pagina M5S
Segui
Segui la pagina Affari E Finanza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!