Oggi 22 marzo il leader della Lega Matteo Salvini ha lanciato un nuovo appello al Presidente della Repubblica Sergio Matterella affinchè vengano riaperte le due Camere, una richiesta che fa seguito all'intervento del giorno prima nel quale lo stesso Salvini chiedeva l'adozione di cinque misure urgenti: chiudere tutto il superfluo ancora rimasto aperto nel paese, fornire le attrezzature necessarie a chi è ancora costretto a lavorare, imporre una pace fiscale per gli imprenditori per tutto il 2020, scuotere l'Europa chiamata a 'ricordarsi dei cittadini europei non soltanto quando deve incassare' e, infine, riaprire il Parlamento.

Il Governo prosegue intanto la propria battaglia solitaria: nella tarda serata di ieri in una conferenza stampa - trasmessa anche in diretta Facebook - il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha infatti annunciato un nuovo decreto che prevede misure ancora più restrittive, al fine di fermare l'epidemia da Covid-19 che sta flagellando il nostro paese. Il nuovo decreto, di cui si sta aspettando la pubblicazione, entrerà in vigore lunedì e sarà valido fino al 3 aprile.

Salvini a Mattarella: 'Convochi le opposizioni, vogliamo collaborare'

'Non è possibile andare avanti in questo modo, solo in Italia funziona così - ha dichiarato Salvini - Decreti che vengono annunciati di notte e che la mattina non ci sono, lasciando così il paese nel caos. Gli italiani non sanno se possono andare a lavorare o meno. Ci vuole chiarezza. Bisogna riaprire il Parlamento, alcune decisioni si prendono tutti insieme e non da soli.

Chiediamo al Presidente Mattarella di convocare tutti le opposizioni per unirci e dare il nostro contributo per superare questa emergenza'.

'Dopo che è stata sottovalutata l'emergenza sanitaria - ha proseguito Salvini - non vorremmo che qualcuno prendesse sotto gamba anche quella economica. Vogliamo collaborare e non stare in silenzio, perché questo potrebbe essere interpretato dai nostri figli come complicità.

Il nostro paese ha bisogno di certezze, subito. E non di comunicazioni su Facebook, smentite il giorno dopo. L'Italia ha bisogno di tutti e non solo di qualcuno'.

Meloni: 'Governo Conte incapace di gestire l'emergenza'

Un appello simile a quello di Matteo Salvini è stato lanciato anche da Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia, la quale si è schierata contro il Governo Conte definendolo non in grado di gestire l'emergenza Coronavirus. 'Basta alla presunzione e alla smania di protagonismo', ha sbottato la Meloni chiedendo l'immediata riunione del Parlamento.

'Il Governo Conte dimostra di non essere capace di gestire l'emergenza del Covid-19 - spiega la Meloni. Sono passate 12 ore dalla sua ultima comunicazione e l'assenza di qualunque tipo di norma ne è l'ennesima dimostrazione. L'Italia è nel caos. Migliaia di aziende aspettando risposte e il Parlamento non si riunisce da più di due settimane perché il Premier vuole fare tutto da solo. Fratelli d'Italia chiede la convocazione immediata e ad oltranza del Parlamento per poter aiutare nella gestione di questa crisi. È il momento di unire tutte le energie per affrontare questo momento difficile'.

Segui la nostra pagina Facebook!