Myrta Merlino torna alla conduzione de L'aria che tira. La conduttrice riprende le redini della trasmissione di La 7 dopo la pausa estiva. Lo fa sottolineando come, dopo due mesi di stop, abbia quasi la sensazione che tutto si sia fermato. Ad essere attuali più che mai sono i temi politici. All'orizzonte ci sono due appuntamenti che potrebbero segnare il futuro del Paese e del governo presieduto da Giuseppe Conte.

L'aria che tira ritrova la sua conduttrice storica

Myrta Merlino dopo la pausa estiva ha espresso la propria felicità per il rientro a lavoro. Tuttavia, il momento dei saluti è stato anche quello per esprimere le proprie sensazioni sulla fase che si sta vivendo.

"Sono - ha detto - più di due mesi che non ci vediamo. Ho una sensazione molto strana. È come se, in un gigantesco gioco dell'oca, il tempo si fosse fermato. Siamo sempre al punto di partenza, eppure credo che in queste ore, in questi giorni il tempo si rimetterà a correre sempre più veloce e a quel punto tutto potrebbe cambiare".

Tra le protagoniste della scena dei prossimi giorni ci sarà il Ministro Lucia Azzolina. "Ha passato - ricorda Myrta Merlino - l'intera estate a preparare la riapertura delle scuole. Ci dice che il rischio zero non esiste. Che non c'è garanzia. Ma se la ripartenza fallisce, il rischio è altissimo per tutti, per lei e per il governo".

Myrta Merlino spiega le posizioni di Azzolina, Salvini e Conte

Chiaro il riferimento al fatto che il governo dovrà dare prova della capacità di far tornare i ragazzi a scuola con il massimo delle possibilità in fatto di sicurezza. In ballo ci sono la salute pubblica, ma anche temi a carattere politico.

"Lo sa bene - puntualizza Myrta Merlino - Matteo Salvini". La giornalista specifica, inoltre, il punto di vista del leader della Lega: "Ha passato l'intera estate a battagliare con la ministra. Sa bene che se lei fallisce lui vince. Lui punta ad un'altra grande battaglia: quelle delle elezioni regionali.

Si è un po' allargato, ha parlato di un 7-0. Un cappotto in grado di far cascare il governo Conte e mandare a casa l'uomo di Palazzo Chigi".

Sullo sfondo c'è ovviamente la figura del capo del governo Giuseppe Conte. Myrta Merlino riassume anche la posizione del premier nell'ultimo periodo, dando anche uno sguardo sul futuro. "Per un po' di settimane - evidenzia - è stato zitto, direi muto. Questo weekend è tornato a parlare. Si è molto mostrato tranquillo e sereno. Ma sa benissimo che per lui la prova è molto vicina. Questo 14 di settembre la riapertura delle scuole sarà fondamentale, così come quel 21 e quel voto regionale. Ve lo dico chiaramente: lezioni ed elezioni, il futuro di Conte passa da qui".

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!