Il lockdown in Campania, al momento, non ci sarà. L'annuncio del governatore Vincenzo De Luca sembrava prefigurare presto una serrata totale per il territorio regionale. Una decisione presa per effetto dei numeri preoccupanti relativi alla curva del contagio e alla possibile saturazione della ricettività ospedaliera e delle terapie intensive in particolare. Nel giorno in cui da Roma arriva il nuovo Dpcm che chiude bar e ristoranti dalle 18 in tutto il territorio nazionale, sembra essere scongiurata la chiusura totale per la Campania. Alla base, secondo quanto evidenzia il Corriere della Sera, potrebbe esserci l'impossibilità ad erogare aiuti alle categorie che sarebbero state colpite.

Lockdown in Campania: sembrerebbero mancare gli aiuti

Quello che si sarebbe dovuto profilare in Campania sarebbe stato un lockdown simile a quello vissuto dall'Italia in primavera. Si ricorderà come, in quella fase, risultava praticamente tutto chiuso, eccetto quelle attività considerate di primaria importanza. Dalla filiera alimentare passando per quella farmaceutica o di assistenza in settori specifici. In quel caso il governo si trovò ad emettere una serie di misure assistenziali come la cassa integrazione anche per imprese che, secondo le leggi vigenti, non ne avrebbero avuto diritto per i loro dipendenti, così come i bonus per i liberi professionisti ed altri aiuti di vario genere. Aiuti che, in molti casi, non sono stati sufficienti a lenire le perdite economiche, ma che sono stati un'importante forma di sostentamento.

Quelli di cui avrebbe avuto bisogno la Campania qualora fosse stata decretata una serrata totale e che non sarebbero stati previsti senza che il provvedimento, come poi non è stato, fosse avallato a livello nazionale.

Coronavirus: al livello nazionale si svuole scongiurare il lockdown

Qualche ora dopo l'annuncio di De Luca sono emerse tensioni sociali nel capoluogo campano.

Oggi, però, l'orizzonte sembra momentaneamente scongiurato. Diversi organi di stampa, tra cui Il Fatto Quotidiano, hanno segnalato che all'orizzonte non c'è un lockdown immediato per la Campania.

Secondo le ricostruzioni giornalistiche De Luca si è trovato a caldeggiare l'ipotesi di un lockdown nazionale che, però, non è stato sposato dal governo nazionale.

Al diniego si è perciò aggiunta l'impossibilità di offrire aiuti concreti a coloro i quali avrebbero subito il contraccolpo economico di una chiusura generale della regione.

Di certo c'è che, al momento, l'annunciato lockdown non ci sarà. Toccherà a De Luca confermare o smentire l'idea sollevata dalla stampa sui motivi della mancata serrata.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!