La Bielorussia dice no all'ingresso sul proprio territorio di tre esponenti del Partito Democratico. La circostanza non sfugge a Diego Fusaro che sceglie di girare una piccola provocazione ai suoi follower. Determinante ai fini del respingimento dei tre politici italiani l'appoggio dato a Svetalna Tikhanovskaja.

Politici Pd con chiara posizione su ciò che sta succedendo in Bielorussia

Più o meno un mese fa a Vilnius Laura Boldrini e Lia Quartapelle avevano incontrato Svetalna Tikhanovskaja. La donna può essere considerata il simbolo della rivoluzione che in Bielorussia sta mettendo in discussione la presidenza di Aleksandr Lukashenko.

Dopo aver incontrato nella capitale lituana una dei protagonisti della storica fase che si sta vivendo nel paese dell'Est, sono state significative le parole che hanno proferito nei suo confronti. L'ex presidente della Camera ha fatto un vero e proprio endorsement nei confronti della Tikhanovskaja. L'ha, infatti, definita il futuro della Bielorussia.

Anche Fiano tra gli sgraditi alla Bielorussia

A Laura Boldrini e Lia Quartapelle è stata negata l'opportunità di raggiungere Minsk. Le due, unitamente all'altro esponente del Partito Democratico Emanuele Fiano, hanno dovuto rinunciare all'idea di raggiungere la capitale bielorussa. Anche lui aveva manifestato approvazione nei confronti della possibilità di cambiamento rispetto alla situazione attuale presente in Bielorussia.

Lo aveva fatto proprio nell'ambito di un meeting che aveva visto protagoniste le due colleghe di partito che avevano raccontato dell'incontro di Vilnius agli esponenti della comunità bielorussa in Italia. Destino diverso, invece, per Andrea Orlando e Barbara Pollastrini, per i quali non è scattato alcun tipo di veto dalla Bielorussia.

Fusaro gira una domanda ai suoi followers

A esprimersi sulla vicenda è stato proprio Emanuele Fiano. In alcune dichiarazioni riportate dal Corriere della Sera, il deputato del Partito Democratico ha manifestato l'intenzione di non commentare quanto accaduto. Una scelta fatta sulla base della volontà di non creare problemi ai colleghi che hanno avuto l'opportunità di raggiungere la Bielorussia. Sulla vicenda è intervenuto anche Diego Fusaro.

Girando ai suoi folllower un interrogativo. "E voi - ha chiesto - state con la Bielorussia di Lukashenko o contro?". E dopo la domanda si registrano risposte discordanti.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!