A 6 anni muore nel giro di poche ore senza che nessuno possa aiutarla a salvarsi. Niente hanno potuto infatti i medici e la famiglia di Giulia per 'allontanarla' dalla meningite di tipo C. La ragazzina non era vaccinata, un accorgimento che avrebbe potuto salvarle la vita, almeno cosi sostiene il papà della giovane. In un'intervista a Stasera Italia l'uomo ha raccontato che, per via di un malanno di stagione, era stata costretta a saltare la vaccinazione spostando l'appuntamento a nuova data.

Purtroppo però l'attesa è stata tanta, troppa per la piccola. Il papà, affranto, ha dichiarato: 'Giulia per un vaccino non fatto non c'è più'. Il genitore alla stampa ha avuto modo di raccontare gli ultimi attimi passati con la bambina, prima che questa si svegliasse con qualche linea di febbre. Nello stesso pomeriggio i genitori, vedendo la loro piccola in difficoltà, hanno deciso di portarla in ospedale dove, circa quattro ore dopo l'arrivo in pronto soccorso, la piccola è deceduta.

Matteo Salvini tirato in ballo sul caso di Giulia

Le dichiarazioni del papà di Giulia (come riporta FanPage. it) non si sono limitate al caso, ma hanno citato anche la politica, ed in particolare Matteo Salvini. 'Vorrei metterti al mio posto, poi vediamo se dici ancora che i vaccini non servono': questa l'esclamazione del papà della piccola riferendosi al leader della Lega che pochi giorni fa aveva proferito che per lui dieci vaccini era troppi, inutili e dannosi.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Salvini

Parlando dell'obbligatorietà dei vaccini per poter andare a scuola o frequentare altri luoghi in compagnia di bambini il papà è parso abbastanza chiaro: 'La scelta non spetta al genitore, i vaccini devono essere un obbligo. Un papà toccato che ha dunque espresso la propria sull'argomento tirando in ballo direttamente Matteo Salvini.

La speranza per il futuro

Il papà di Giulia ha inoltre confessato che lui voleva fare il vaccino alla sua piccola, ma che questo non è stato fatto solo perché il giorno dell'appuntamento Giulia stava male.

La storia, che risale allo scorso 2 novembre, è stata riportata sotto i riflettori in televisione nell'ultima puntata del Talk show dedicato alla politica, Stasera Italia. Nel corso della puntata, l'uomo ha espresso il desiderio che il caso di sua figlia possa servire d'insegnamento a chi di dovere per far si che le vaccinazioni diventino obbligatorie, l'unica via (secondo il papà) per salvare i piccoli dal contagio di qualche diffuso virus, in giro fra scuole e luoghi pubblici frequentati dai più piccoli.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto