Il tema è davvero forte e molto discusso. Davanti a certe notizie che meritano rispetto la cronaca a volte è titubante, ma le notizie vanno riportate per quello che sono, appunto informazione. Da un lato c'è il ministro dell'Interno con le sue dichiarazioni sulla pericolosità dei vaccini, dall'altro ci sono le risposte di alcuni genitori che hanno perso un figlio o lottano quotidianamente contro l'immunodepressione. Il botta e risposta non si ferma.

Vaccini, Salvini: 10 sono inutili se non pericolosi

Tutto è cominciato da qui, da questa dichiarazione del vicepremier Matteo Salvini sul tema dei vaccini.

Secondo il ministro somministrare obbligatoriamente 10 preparati ai bambini sarebbe inutile, eccessivo, e anche potenzialmente dannoso. Le critiche erano piovute a valanga dopo questa frase. Aveva risposto innanzitutto la neo ministra della Salute, la pentastellata Giulia Grillo, ribadendo che in tema di vaccini è solo il suo ministero ad avere l'ultima parola. Critiche anche dall'opposizione naturalmente, tanto che Salvini aveva specificato di aver vaccinato i propri figli ma di essere contrario all'esclusione da scuola dei bimbi non vaccinati. Le sue parole però hanno colpito evidentemente anche molti genitori, perché oggi due in particolare si fanno sentire a gran voce.

Vaccini: 'Mia figlia non vaccinata morta di meningite, Salvini che dice?'

La prima drammatica esperienza arriva da un padre di Rozzano, in provincia di Milano. La sua storia risale al novembre scorso in realtà, ma l'esperienza di perdere un figlio è un lutto senza tempo. Solo da poco l'uomo ha deciso di raccontare la sua storia ai microfoni della trasmissione 'Stasera Italia' su Rete 4, dopo aver ascoltato le parole di Salvini.

Ha raccontato di aver perso la propria figlioletta di appena 4 anni a causa della meningite. Non aveva scelto di non vaccinare la piccola. In realtà la bambina aveva già fatto tutte le vaccinazioni obbligatorie, e le mancava solo quella per la meningite. Avendo però la febbre il giorno in cui doveva vaccinarsi, non ha potuto completare il ciclo.

Se n'è andata in poche ore per quella che è stata dichiarata morte da meningite. L'appello del padre della piccola a Salvini è stato molto duro seppure comprensibile. L'uomo ha affermato che solo chi ha un figlio nelle condizioni in cui si è trovato lui può capire, dichiarando di voler mettere Salvini al suo posto.

Vaccini, le parole di una mamma: 'Mia figlia immunodepressa, Salvini venga a vedere l'inferno'

Colpiscono le parole di un altro genitore, una mamma questa volta. In una lettera ripresa tra gli altri da 'La Repubblica', la donna scrive al ministro dicendo di volerlo accompagnare a vedere a cosa servono i dieci vaccini che lui ritiene inutili. Una lettera toccante, che comincia con il classico 'Caro Ministro'.

La donna parla di sua figlia, immunodepressa, e dell'inferno che vive ogni giorno e che invita Salvini a toccare con mano. Si appella a lui in quanto padre, e gli dice che, secondo lei, 10 vaccini non sono troppi. Racconta che la sua piccola è sopravvissuta ad una polichemioterapia per due anni, e che poi si è sottoposta ai vaccini che l'hanno salvata. Si firma con il suo nome, Roberta Paolini, e chiude scrivendo che si augura che Salvini diventi anche il ministro dei bambini.