Lo studio è stato condotto all’università di Greifswald, in Germania. A coordinarlo Vinay Pitchika, anche primo autore del lavoro pubblicato sul Journal of Clinical Periodontology, la rivista ufficiale della European Federation of Periodontology (EFP). Dopo aver monitorato per 11 anni 2.819 soggetti, sani o affetti da parodontite di vario grado, in relazione al tipo di spazzolino usato per l’igiene orale, i risultati sono stati a favore dello spazzolino elettrico. Sia in fase di prevenzione della parodontite che, in generale, nel rallentare la progressione delle malattie gengivali già in atto.

Può essere utile in ogni caso

In uno dei sedici Länder della Germania, e precisamente nella Provincia di Pomerania, presso l’Università di Greifswald, è stato condotto uno studio prospettico (Study of Health in Pomerania; SHIP) andando a selezionare i pazienti su un campione di volontari. Lo studio è iniziato nel periodo 1997-2001 (SHIP-0), e seguito per i primi 5 anni (SHIP-1), 11 anni (SHIP-2) e 16 anni (SHIP-3).

I volontari avevano un’età media di 52 anni, suddivisi quasi equamente tra uomini e donne. Appartenenti a diversi gradi di istruzione, abitudini al fumo e non, che usavano spazzolino manuale o elettrico, che curavano l’igiene orale in modo regolare o saltuaria.

Durante gli anni di osservazione, il numero dei soggetti che sono passati da uno spazzolino manuale ad uno elettrico sono aumentati, soprattutto tra i giovani.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

Passando da un 18,3% (SHIP-1) al 36,9% (SHIP-3). La valutazione effettuata dopo 11 anni, prendendo come valori di partenza i parametri del gruppo SHIP-1, è stata valida per 2.819 soggetti, di cui 2.304 che usavano uno spazzolino manuale e 515 uno spazzolino elettrico.

La ricerca ha rilevato che i pazienti che utilizzavano lo spazzolino elettrico e non avevano una condizione compromessa di Salute delle gengive, presentavano una minore perdita di denti, valutata nel 20% rispetto agli altri, oltre ad una riduzione delle tasche paradontali.

Nei pazienti che invece soffrivano di una forma grave di parodontite, non sono state osservate grosse differenze tra chi usava lo spazzolino elettrico e chi quello manuale. Secondo i ricercatori i maggiori vantaggi si ottengono nella prevenzione ma l'uso dello spazzolino elettrico consenta di stabilizzare o rallentare anche la progressione di una patologia parodontale già in atto.

Conferme anche da altri studi

La ricerca condotta all’Università di Greifswald porta a delle conclusioni che sono in linea con i dati riportati in letteratura negli ultimi anni, tutti a favore di un uso regolare dello spazzolino elettrico.

Con effetti positivi nel controllo della placca batterica e sulla conseguente riduzione del rischio di peggioramento delle varie forme di paradontite.

A fine marzo, un gruppo di ricercatori americani aveva pubblicato su J. Clin. Dent. - primo autore Starke E.M. - i risultati di uno studio clinico randomizzato confrontando gli effetti sulle gengive di uno spazzolino manuale verso uno elettrico, dopo 2 e 4 settimane di uso domestico.

Lo studio è stato condotto a singolo cieco - gli odontoiatri non sapevano a quale dei due gruppi appartenevano i soggetti che stavano controllando - su 148 soggetti non fumatori che abitualmente usavano uno spazzolino manuale, di età compresa tra 18 e 65 anni. I volontari sono stati suddivisi in due gruppi, (74 per gruppo): uno ha continuato ad usare lo spazzolino manuale e l’altro quello elettrico.

Dopo solo due e quattro settimane di uso domestico, la riduzione dell'infiammazione gengivale, del sanguinamento gengivale e della placca sono stati evidenti, e a favore del gruppo che aveva usato uno spazzolino elettrico.

Comunque, non tutti gli spazzolini elettrici sono ugualmente performanti. In rete è possibile trovare studi comparativi per una scelta oculata.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto