Tornano dal Veneto con una sconfitta i mad bulls BT. Con un impietoso 31-18, i veneti dei Castelfranco Cavaliers hanno avuto la meglio sulla compagine pugliese nella prima sfida interdivisionale del campionato di football americano FIDAF. Si amplia, così, a tre partite la striscia di sconfitte consecutive subite dai barlettani.

I "Tori Matti" di barletta hanno peccato d'inesperienza, al contrario dei Cavaliers che si sono dimostrati ben più cinici degli avversari. I padroni di casa, infatti, sono riusciti ad approfittare dei momenti topici della gara, e ciò gli ha permesso, alla lunga, di avere la meglio sugli ospiti.

Protagoniste della sfida sono state le difese, nonostante il punteggio possa far pensare il contrario. Difatti le giocate ispirate dei singoli, ed una minore pressione di gruppo, sono stati il leitmotiv dell’incontro.

Poca concentrazione e sconfitta un po' bugiarda

La squadra di coach Calò si è ritrovata a dover contrastare l'attacco dei Cavaliers con la stoica resistenza dei fullback Roberto Cipolla e Giovanni Mascolo, mentre i loro colleghi d'attacco Delcuratolo, Patella e Morella hanno cercato di rispondere colpo su colpo alle incursioni venete.

In effetti, il dominio dei padroni di casa che ci si attendeva alla vigilia non c'è stato, o perlomeno non è stato così evidente. Vero è che i veneti hanno potuto contare sull'ottimo quarterback di casa, Andrea Zambon, che con i suoi spunti ha consentito ai big-play della sua squadra di mettersi in mostra ma, fatta eccezione per il primo touchdown su corsa, il predominio di casa non è sembrato così marcato.

I pugliesi hanno dovuto fare i conti anche con assenze letteralmente pesanti, come quelle dei running back Allegretti e Renna, che non hanno consentito agli ospiti di fare sentire i loro chili in attacco, costringendoli a subire una sconfitta dal punteggio forse eccessivo. Sarebbe bastata una concentrazione di squadra migliore per evitare qualche touchdown di troppo dei padroni di casa, limitando così la portata della sconfitta.

Tutto considerato, i Mad Bulls hanno fatto ritorno in Puglia con qualche spunto positivo sul quale lavorare per migliorare nelle prossime gare. Smaltita la stanchezza per il lungo trasferimento Veneto-Puglia (che probabilmente ha avuto il suo peso nella sconfitta subita), i barlettani adesso devono pensare a concentrarsi sul prossimo incontro.

Il 21 aprile, infatti, al Manzi-Chiapulin di Barletta arrivano i lombardi dei Bengals Brescia per la seconda giornata del campionato interdivisionale, per un incontro che rappresenta un inedito per tutt'e due le formazioni.