Il big match della notte Nba è stato una prova generale dei Playoff della Western Conference: a Houston si affrontavano i Rockets e i Warriors, rispettivamente terzi e primi nella classifica a ovest. I campioni in carica, senza Kevin Durant, hanno trovato in Klay Thompson la sicurezza necessaria a portare a casa il match: 30 punti con il 50% al tiro, mentre DeMarcus Cousins sotto canestro vince il confronto diretto contro Clint Capela e Kenneth Faried.

Sul perimetro Steph Curry da una parte (24 punti), James Harden dall'altra (29 punti e 10 assist). 'The Beard' però tira 2 su 12 da tre e sbaglia il tiro libero finale, Iguodala è più veloce dopo il rimbalzo e i Warriors conquistano la palla della vittoria negli ultimi 2 secondi per difendere il 106 a 104 finale. Dei confronti avuti finora in regular season tra le due squadre, questo è il primo vinto da Golden State: non improbabile una ripetizione nelle gare finali dei Playoff, se Harden continua a giocare da Mvp.

Westbrook-George incantano, Oklahoma ritrova il terzo posto

Con la sconfitta casalinga di Houston, i Thunder potevano così recuperare terreno battendo i Nets e tornando a 0.618 come i Rockets. Così è stato, grazie a una tripla doppia di Russell Westbrook (31 punti, 12 rimbalzi, 11 assist) e a Paul George che ritrova percentuali al tiro migliori rispetto alle ultime partite (50%, da due e da tre) e mette a referto 25 punti e 9 rimbalzi.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Basket

La corsa al terzo posto continua, con Portland sotto Oklahoma e Houston per una sola vittoria. Poco più sotto gli Utah Jazz provano a riavvicinarsi al sesto posto sottrattogli dagli Spurs entrati in serie positiva anche dopo la cessione di Pau Gasol. Il team di Salt Lake si impone a Phoenix con una prestazione formidabile di Rudy Gobert che cattura 20 rimbalzi e di Donovan Mitchell con 26 punti e 4 su 6 da tre. Il tabellino segna 52 rimbalzi per i Jazz contro i 35 dei Suns, decisivi per la vittoria esterna di Utah.

Miami batte Detroit e aggancia la zona Playoff

All'est a riposo le squadre ai vertici impegnate ieri, si giocava per i posti più bassi per le candidature alla post-season. Con la sconfitta dei Brooklyn Nets a Oklahoma, i Pistons potevano ritrovare il sesto posto, ma gli Heat con Dragic sul parquet hanno una marcia in più: vittoria casalinga per Miami con doppia cifra per 7 giocatori. Per Detroit percentuali al tiro poco convincenti, anche Griffin e Drummond stupiscono meno del solito.

Nella zona più bassa della Eastern Conference vince anche Atlanta contro i Memphis Grizzlies e Washington prova a rosicchiare terreno per avvicinare l'ottavo posto, conquistando una vittoria importante contro gli Orlando Magic: nonostante il posizionamento basso dei Wizards, Bradley Beal rimane tra i migliori realizzatori dell'Nba.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto