Il vero match del secolo, tra i tanti che hanno avuto questa definizione nel mondo della Boxe, per molti è stato quello che non si è mai disputato tra Mike Tyson e George Foreman. 'Iron Mike' era campione del mondo ancora imbattuto, all'apice della carriera quando nel 1987 'Big George' annunciava il suo clamoroso ritorno sul ring, dieci anni dopo il primo ritiro. Quando quest'ultimo è diventato il più 'anziano' campione del mondo nella storia dei pesi massimi nel 1994, Tyson stava ancora scontando la pena detentiva per abusi ed avrebbe saldato il suo debito con la giustizia esattamente un anno dopo, nel 1995.

In realtà ci sarebbero valide motivazioni per cui questo combattimento tra due autentici monumenti della boxe non è mai stato organizzato, ma lo stesso Foreman in un'intervista rilasciata a Jenna J di On The Ropes Radio, ha invece rivelato di essere stato in trattativa per affrontare il suo giovane rivale, ma che non si sarebbe fatto nulla per il rifiuto dello stesso Tyson di affrontarlo.

'Credo che Cus D'Amato gli abbia parlato della forza del mio pugno'

Nella lunga intervista concessa, Foreman si sofferma in particolare sulla sua 'seconda vita' da pugile e da parte della conduttrice diventa quasi obbligatorio chiedergli come mai non abbia mai affrontato Mike Tyson sul ring.

"Almeno un paio di volte - dice George Foreman - ci sono state in corso serie trattative per affrontare Mike Tyson, ma lui non voleva proprio combattermi. Con questo non sto dicendo che non avrebbe potuto battermi, ma ho un pensiero sul perché.

Credo che il suo primo allenatore e manager, Cus D'Amato, gli abbia parlato della forza del pugno di George Foreman, immaginando che non sarei mai tornato sul ring.

Poi sono tornato davvero, un ragazzo ricorda quelle storie e dice a se stesso: 'Guarda, lascialo perdere quello'. Però non credo che sarei stato un grosso problema ler lui - aggiunge 'Big George' - perché avevo un buon jab sinistro con il quale sapevo tenere a distanza i ragazzi che venivano da me sul ring, ma Tyson era molto intelligente con il suo gioco di gambe e la velocità del pugno. Per me sarebbe stata davvero dura".

George Foreman vs Larry Holmes, un altro match mai combattuto

L'attenzione si sposta sulle tre chances mondiali avute da Foreman nella sua seconda carriera: quelle perse ai punti contro Evander Holyfield e Tommy Morrison e poi la sua vittoria assolutamente non pronosticata contro Michael Moorer. Ma per l'uomo capace di riprendersi dopo vent'anni ciò che Muhammad Ali gli aveva tolto nel leggendario 'Rumble in the Jungle', c'è un altro combattimento che era stato addirittura fissato, ma che non è mai avvenuto: quello contro un altro veterano come Larry Holmes che doveva disputarsi nel gennaio del 1999, definito 'The Birthday Bash'.

"Larry era un gran pugile e credo sarebbe stato un bel combattimento per entrambi.

"Non è mai successo - dice Foreman - e per questo lui andava ogni anno in tutto il Paese a dire che voleva combattermi". Qui si lascia andare ad una battuta: "dico sempre ai miei amici: ogni anno Larry Holmes fugge dalla sua casa di riposo e mi sfida ed io devo uscire dalla mia e dirgli no".

Segui la nostra pagina Facebook!