Nella trepidante attesa di poter tornare, finalmente, ad affrontare le competizioni nazionali e internazionali di sport paralimpico, si è chiuso il cerchio relativo alle attività dello scorso 2019: anno che ha generato e assegnato un importante riconoscimento al merito tecnico, sportivo e personale per dirigenti, atleti ed associazioni sportive dilettantistiche, le "Onorificenze 2019".

Onorificenze 2019: un riconoscimento tutto paralimpico

Dopo i "Collari d'Oro", massimo riconoscimento al merito sportivo nazionale sia in ambito olimpico che paralimpico, le "Onorificenze", rappresentano un ulteriore premio per il lavoro ineccepibile ed onorevole svolto dagli operatori e dalle realtà associative del comparto paralimpico su tutto il territorio a livello locale, regionale e nazionale.

Le stesse, approvate dalla Giunta Nazionale del Comitato Italiano Paralimpico nella seduta del 25 giugno scorso, riguardano i tesserati delle Federazioni nazionali di ogni disciplina e specialità.

Un premio al movimento paralimpico intero

Assegnatari del prestigioso riconoscimento, tra gli altri, atleti, associazioni e tecnici federali Fisdir, Fispes, Fispic, Fitarco, CR regionali, FSSI, Finp, FCI Paraciclismo, Fic, Fisg Para Ice Hockey che, nello scorso 2019, si sono distinti per capacità tecniche, sportive, ma anche personali ed organizzative e che, per questo, sono stati insigniti di uno dei massimi riconoscimenti al valore sportivo in ambito paralimpico nazionale.

Onorificenze 2019: l'eccellenza del settore paralimpico siciliano

Da evidenziare con una doppia nota di merito, l'ASD RADIOSA (Comitato Regionale) SICILIA, impegnata da anni attività sportiva olimpica e paralimpica di tennistavolo, e la sua presidentessa, nonché delegato regionale per la Sicilia della Fisdir (Federazione Italiana Sport Disabili Intellettivo e Relazionali), Marzia Bucca che sono state insignite rispettivamente della Stella di bronzo e della Palma d'argento.

Sempre per la Sicilia, altra nota di merito va attribuita a Daniele Giliberti, consigliere delegato, nonché ideatore e fondatore di Vivi Sano Onlus insignito della Stella d'argento "a persona" all'interno del Comitato Regionale Sicilia. Daniele Giliberti, infatti, in collaborazione con numerosi enti e realtà associative territoriali, svolge un'intensa azione di promozione sociale, sportiva, solidale a scopo inclusivo e di sensibilizzazione sul territorio e, grazie alle attività organizzate all'interno del Parco della Salute di Palermo, offre la possibilità a tante famiglie e persone con disabilità di poter condividere e stimolare iniziative volte a promuovere la socialità e l'inclusione sociale perché "nessuno sia escluso".

"La mia è stata una carriera vissuta dal 1987, dapprima come atleta - ha detto Giliberti - poi da allenatore, quindi da dirigente. Dopo i successi con pallanuoto, canottaggio e vela - ha proseguito - fino al 2008 con il TeLiMar, ecco l'esperienza decennale nelle discipline paralimpiche con i talenti speciali e le iniziative per promuovere le attività sportive per tutti.

Sono felice dell'onorificenza - ha concluso - riconoscimento all'intero movimento sportivo siciliano".

Tra gli atleti siciliani premiati sulle fila Fispes (Federazione Italiana Sport Paralimpici E Sperimentali), figura anche la runner Monica Graziana Contrafatto, Medaglia d'oro 100m T63 2° cl. al campionato mondiale (discipline inserite nel programma dei GP).

Altre società siciliane sulle fila della Fispes sono state insignite con la Stella di bronzo: l'Asd Handy Sport di Ragusa, l'Asd Ge la Sport e Polisportiva Dilettantistica Parco Sport di Altofonte (PA) - CR SICILIA. Sono state, inoltre premiate l'Asd paralimpica "Mimì Rodolico Mazara (Stella d'argento) e l'Asd "D'Albafiorita

Segui la nostra pagina Facebook!