Che Novak Djokovic fosse pronosticato come dominatore assoluto degli imminenti Us Open non c'erano dubbi, indipendentemente da quelle che sono le quote delle più note agenzie di scommesse.

Pesano, ovviamente, le assenze del vincitore dello scorso anno, Rafa Nadal e dell'infortunato Roger Federer, inoltre negli ultimi giorni le quotazioni dei rivali più accreditati del serbo, dunque i vari Thiem, Zverev, Medvedev e Tsitsipas sono ulteriormente salite, nel senso che pagherebbero di più in caso di un loro successo nel torneo. A far pendere ulteriormente l'ago della bilancia nei confronti del grande favorito è stato certamente il Masters di Cincinnati.

Il cammino 'virtuale' di Djokovic

Puntare su Djokovic vincitore paga poco, questo è un dato di fatto. Confrontando le agenzie di scommesse, infatti, non si raggiunge mai il 2.00: il numero 1 del mondo è dato vincente a 1.70 da Unibet e 888, a 1.75 da Snai, 1.80 da Eurobet e 1.85 da Planetwin. Secondo i bookmakers, pertanto, la strada di Nole verso la finale di New York nello Slam che si giocherà dal 31 agosto al 13 settembre è già spianata sebbene la sua parte di tabellone presenti comunque diverse insidie. Il serbo incontrerà Dzumhur al primo turno e sulla carta è un match piuttosto agevole così come quello che al secondo turno lo vedrebbe opposto a uno tra Edmund e Bublik. L'asticella ovviamente sale con lo scorrere del torneo, se Djokovic supera indenne i primi due turni potrebbe trovare Struff al terzo mentre negli ottavi potrebbe esserci Isner.

I quarti potrebbero riservargli la sfida con Goffin (o Shapovalov), mentre l'avversario più quotato a raggiungere la semifinale dalla sua parte è Tsitsipas. Naturalmente stiamo parlando di un cammino assolutamente "virtuale" in base ai pronostici che non tiene conto dell'effetto sorpresa, elemento che ha invece caratterizzato gli Open di Cincinnati e che in queste condizioni di ripresa dopo un lungo stop vedono parecchi tennisti intenti a scrostare un po' di comprensibile ruggine.

I rivali di Nole

Il maggiore ostacolo di Djokovic verso la vittoria agli Us Open 2020 potrebbe essere costituito da Daniil Mevedev. Una sfida tra i due poteva esserci in semifinale a Cincinnati, ma il russo è uscito di scena nei quarti a opera di Roberto Bautista Agut che ha poi severamente impegnato il numero 1 del ranking nel penultimo atto del torneo.

Il giovane moscovita che nel 2019 fu il grande protagonista dell'estate sul cemento americano e che raggiunse la finale a New York, sconfitto da Nadal, viene dato a 6.50 da Snai, Unibet e 888, a 7.00 da Planetwin ed Eurobet. Più indietro Stefanos Tsitsipas, 7.50 per Snai, 8.00 per Unibet e 888, 8.50 da Planetwin e 9.00 da Eurobet.

Anche Dominic Thiem viene quotato 8.00 da Planetwin, cifra che sale per le altre agenzie di scommesse: si va dal 9.00 di Unibet, Eurobet e 888 fino al 10 indicato da Snai. Poche chance per Sascha Zverev, da 20.00 a 26.00, mentre per l'italiano Matteo Berrettini si parte dal 31.00 di Eurobet e si arriva al 41.00 di Planetwin. Per quanto riguarda Jannik Sinner che già al primo turno avrà uno scoglio durissimo in Karen Khachanov, la quotazione Snai è 100.00.

Novità video - Tennis, Us Open al via: Djokovic favorito
Clicca per vedere

Tabellone donne: Naomi Osaka favorita

Tra le donne la favorita dai bookmakers è Naomi Osaka, quotata a 4.75 su Unibet e 888, a 5.00 per Snai.

Per quanto riguarda la rivale più accreditata c'è ancora fiducia in Serena Williams con quote tra 6.00 e 6.50. Molte meno chance per altre tenniste nella visione di agenzie e siti di scommesse: 11.00-12.00 per Karolina Pliskova, 15.00 per Petra Kvitova e 17.00-20.00 per Garbine Muguruza. Ovviamente le quote saranno soggette a cambiamenti nel corso del torneo.

Segui la pagina Tennis
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!