Dopo l’arrivo a Brindisi, la Puglia è nuovamente protagonista nell’ottava tappa del Giro d’Italia, che porterà la carovana rosa da Giovinazzo, in provincia di Bari, a Vieste in provincia di Foggia, lungo un percorso di 200 km.

La salita di Monte Sant’Angelo e il saliscendi lungo la litoranea del Gargano, prima di arrivare al circuito finale nel comune di Vieste, potrebbero essere il terreno favorevole per un arrivo di un gruppetto di fuggitivi.

Il percorso dell’8^ tappa

La frazione numero 8 del Giro 2020 prenderà il via da Giovinazzo, località della costa adriatica alla periferia Nord di Bari. Per i primi 90 km il percorso sarà pianeggiante fino al traguardo volante di Manfredonia.

Nella seconda parte, invece, la frazione sarà animata da un percorso mosso con due Gran Premi della Montagna. Si comincia con l’ascesa a Monte Sant’Angelo (2° categoria): una salita di 9,6 km con pendenza media del 6,1%. Dopo questo traguardo, che darà punti per la maglia azzurra, indossata da Filippo Ganna, vincitore già di due tappe, la carovana percorrerà la litoranea garganica fino a Vieste, una strada con parecchie curve e diversi saliscendi.

Al km 157,3 il secondo Gpm di giornata, la salita di 2° categoria a La Guardiola di 1.400 metri al 5,6%. La carovana arriverà così a Vieste e, dopo il passaggio nei pressi di Pizzomunno, entrerà nel circuito cittadino di circa 14 km da ripetersi due volte, con lo strappo al 17% di via Saragat, che potrebbe far piantare qualche corridore.

Il primo passaggio sul traguardo di Vieste, sul Lungomare Europa, varrà come secondo traguardo volante di giornata, prima degli ultimi 14,5 km che portano alla conclusione dell’ottava tappa.

Gli orari dell’8^ tappa

L’ottava tappa del Giro d’Italia, in programma sabato 10 ottobre, partirà da Piazza Vittorio Emanuele II di Giovinazzo alle ore 11:25.

La carovana sfilerà per le vie della cittadina pugliese per circa 3.200 metri prima del via ufficiale alla corsa al km 0, posto sulla ex SS 16.

Lo striscione di arrivo nel comune di Vieste sarà ubicato sul Lungomare Europa e la conclusione della corsa è prevista per le 16:30. La cronotabella ufficiale prevede una media oraria tra i 39 km/h e i 43 km/h, con orario di conclusione della frazione tra le 16:13 e le 16:44.

L’arrivo dei corridori nel circuito cittadino si prevede per le ore 15:40 circa. Il villaggio degli sponsor a Vieste sarà allestito nel parcheggio Europa adiacente il rettilineo d’arrivo.

I precedenti delle sedi di tappa

Per la seconda volta una tappa del Giro d’Italia partirà da Giovinazzo, dopo il precedente del 2014, quando dalla cittadina pugliese prese il via la Giovinazzo-Bari, prima tappa sul territorio italiano, dopo la Grande partenza di Belfast. Sarà invece la terza volta che Vieste ospita l’arrivo di una frazione della corsa rosa. Nei due precedenti, vittorie nel 1979 per Giuseppe Saronni, che poi si aggiudicherà la classifica finale, mentre nel 1988, fu la Del Tongo Colnago Zanussi di Franco Chioccioli a vincere la cronometro a squadre.

Dopo l’arrivo di Vieste, il Giro proseguirà domenica 11 ottobre con l’impegnativa San Salvo-Roccaraso di 208 km, con 4 Gpm e l’arrivo all’Aremogna a quota 1.658 metri sul livello del mare.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!