Archiviata la quinta tappa, e la salita di Camigliatello Silano, la corsa rosa prosegue con la frazione numero sei che porterà i corridori da Castrovillari (Cosenza) a Matera, dopo un percorso di 188 km. Una tappa a basso coefficiente di difficoltà, che non dovrebbe incidere sulla classifica generale del Giro.

Il percorso della 6^ tappa

La sesta tappa del Giro d’Italia 2020 prenderà il via da Castrovillari, il comune più grande del Parco del Pollino, che sarà lo scenario principale di questa frazione. La prima parte di gara si correrà su un percorso mosso altimetricamente, con salite che non daranno punteggi per la maglia azzurra di leader degli scalatori.

Al km 62,1 primo traguardo volante di giornata posto a San Severino Lucano in provincia di Potenza. Superato il Lago di Monte Cotugno, il percorso diventa pianeggiante e si entra nella provincia di Matera.

I corridori incontreranno il secondo traguardo volante di tappa al km 135,1 in località Cracco-Peschiera. Al km 162,3 unico G.P.M. di giornata: la salita di Millotta (3^ categoria) di 4,7 km al 6,8% di pendenza media.

Nel tratto finale brevi saliscendi, in particolare lo strappo di 750 metri a 2750 metri dall'arrivo al 6,3%, il punto che potrebbe essere la rampa di lancio per un attacco finale per la vittoria di tappa.

Gli orari della 6^ tappa

La sesta tappa del Giro d’Italia numero 103, in programma giovedì 8 ottobre, partirà da Corso Giuseppe Garibaldi di Castrovillari alle ore 11:40.

Per 5700 metri la carovana sfilerà lungo le vie cittadine, prima del via ufficiale della corsa al km 0 sulla SS 19.

L’arrivo a Matera in Via Dante Alighieri è previsto intorno alle ore 16:30. Le tabelle di marcia dell’organizzazione prevedono la conclusione della corsa tra le 16:12, calcolando una velocità media di 43 km/h, e le 16:41, se la gara sarà corsa a 39 km/h.

Il villaggio degli sponsor, della città di arrivo, sarà allestito presso il parcheggio di Via Adriano Olivetti.

I precedenti delle sedi di tappa

Il comune di Castrovillari ospiterà per la quarta volta una partenza di una tappa del Giro d’Italia, dopo quelle del 1975, 1997 e 2017. Per Matera, invece, sarà la settima volta che nella città dei sassi si conclude una tappa della corsa rosa.

Nel 1976 vittoria e maglia rosa per il belga Johan De Muynck, che alla fine della corsa dovette accontentarsi del secondo posto dopo Felice Gimondi, per rifarsi due anni dopo, con la vittoria del Giro numero 61.

Nelle altre occasioni, in cui il Giro è arrivato a Matera, vittorie del portoghese Acácio da Silva nel 1985, Mario Cipollini nel 1998 e nel 2000, Fabio Baldato nel 2003 e il tedesco John Degenkolb nel 2013. Il Giro d’Italia proseguirà venerdì 9 ottobre con la settima tappa, da Matera a Brindisi di 143 km.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!