Torna la scadenza del canone Rai 2015 per la nuova batosta che, come di consueto, apre l'anno fiscale. In periodo di crisi poi, aumentano a dismisura domande su come non pagarlo, fare disdetta e soggetti esenti, per non parlare del costo che, malgrado risulti stabile, sembra sempre troppo caro. Vediamo allora quando e come pagare il Canone Rai 2015, come eventualmente non pagarlo e l'importo previsto.

Canone Rai 2015: importo stabile, per quest'anno slitta la scadenza. Esenzioni solo per gli over 75

Quando pagare - La scadenza prevista per il pagamento del canone Rai come tutti gli anni cade nella data del 31 gennaio: tuttavia questo 2015 presenterà un'eccezione cadendo tale giorno di sabato.

Per tale ragione, il pagamento del canone Rai 2015 potrà essere effettuato entro e non oltre il 2 febbraio senza il rischio di incorre in alcuna sanzione.

Quanto costa - L'importo del canone Rai 2015 non è aumentato rispetto allo scorso anno e avrà un costo di 113,50 €. Si tratta effettivamente di una cifra niente affatto economica: per tale ragione è stata prevista la possibilità di pagamento rateale per una notevole diminuzione dell'importo da corrispondere volta per volta. In tal caso per pagare il canone si avranno più scadenze per una suddivisione del costo trimestrale o semestrale.

Chi deve pagarlo e chi è esente - A pagare il canone Rai 2015 saranno tutti coloro i quali siano in possesso di un televisore o in generale di apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive.

I migliori video del giorno

Il canone si paga una volta sola anche per chi possiede più televisori eventualmente dislocati in un'altra abitazione di proprietà. In caso di affitto il canone Rai dev'essere pagato dall'inquilino a prescindere dalla proprietà del televisore.

Per il pagamento del canone Rai sono previste delle esenzioni per i soggetti di età pari o superiore ai 75 anni (compiuti entro la scadenza) a patto che abbiano un reddito che, cumulato a quello del coniuge convivente non sia superiore a 6.713,98 euro. Per ricevere l'esenzione dal pagamento del canone Rai 2015 è necessario altresì che tali persone non convivano con soggetti diversi dal coniuge che siano titolari di reddito proprio.

Canone Rai, come pagare e come non pagarlo legalmente: la disdetta per suggellamento

Come non pagare il canone Rai - Le esenzioni spettano solo agli over 75 e tutti i possessori di apparecchi televisivi (con esclusione di tablet, cellulari, computer e quant'altro) sono tenuti al pagamento del canone. Per non pagare più l'abbonamento è dunque necessario effettuare domanda di disdetta per suggellamento: avviando tale procedura, i televisori posseduti verranno "suggellati" in appositi involucri.

Tale eventualità tuttavia, malgrado renda chi faccia domanda di disdetta esente dal pagamento, spesso non si realizza nell'effettivo raggiungimento del proprio domicilio da parte dei funzionari incaricati del suggellamento del televisore, con l'effetto di ottenere l'esenzione ma disponendo comunque di un televisore utilizzabile.

Come pagare il canone Rai 2015 - Le modalità di pagamento dell'abbonamento alla Radio Televisione Italiane prevedono la facoltà di avvalersi di bollettino postale, tabaccherie convenzionate (Lottomatica, Sisal-Equitalia centro, banca ITB), internet (carta di credito, addebito bancario, Cbill), smartphone o tablet (Conto Bancoposta, PostePay o carta di credito) e bancomat ATM.

Se desiderate rimanere aggiornati sulle prossime scadenze fiscali del 2015, vi invitiamo a cliccare il tasto "Segui" in alto.