Alexa
Matteo Renzi, il leader che ha cambiato il centrosinistra negli ultimi anni.

Matteo Renzi

|
Canale
Canale seguito 23 Follower
Questa è la community di Matteo Renzi. Iscriviti per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie e per connetterti con gli altri membri!
Amministratore: Maurizio Ribechini
  • Post ufficiale da Facebook
    matteorenziufficiale
    10 dicembre 2017

    Le idee di Matteo Salvini sono quasi sempre molto distanti dalle nostre. E penso innanzitutto all'idea di Europa, su cui ci divide un abisso culturale e politico. Il fatto che Salvini abbia deciso che si candiderà nel collegio dove mi candiderò anche io, mi sembra un gesto apprezzabile per fare chiarezza: gli italiani avranno la possibilità di scegliere tra due visioni totalmente diverse del futuro dell'Italia. Da parte mia garantisco il massimo rispetto e un confronto civile: i cittadini decideranno. Avanti

  • In primo piano
  • Post ufficiale da Facebook
    matteorenziufficiale
    10 dicembre 2017

    Buongiorno e buona domenica, specie a chi la passa camminando nelle nostre meravigliose città. Per chi ha tempo qui c'è la mia intervista di oggi a Repubblica su tutti i principali temi dell'attualità, a cominciare dal lavoro. Perché creare occupazione e posti di lavoro costituisce la priorità vera del nostro Paese. E su questo ci giocheremo la campagna elettorale. Altro che chiacchiere. Buona lettura a chi ha tempo. Buona domenica a tutti.

  • Voglio ricevere aggiornamenti su Matteo Renzi
  • In primo piano
  • Post ufficiale da Facebook
    matteorenziufficiale
    9 dicembre 2017

    «Il nostro nemico è il Partito Democratico» ha detto oggi Roberto Fiore, capo di Forza Nuova. A nome di tutto il PD voglio dire che questa affermazione non ci fa paura. Perché è una frase che chiarisce ancora una volta chi sono loro e chi siamo noi. Nessuna persona è nostra nemica, ma siamo nemici di ogni violenza, di ogni intolleranza, di ogni fascismo. Abbiamo molte persone che ci considerano avversari, tanti ci considerano nemici, qualcuno ci odia. Ma noi siamo e saremo sempre amici della verità, della libertà, della democrazia, dei diritti. Se Forza Nuova considera il Pd come nemico è perché noi siamo dalla parte giusta. E di lì non ci muoveremo mai.

  • In primo piano
  • Post ufficiale da Facebook
    matteorenziufficiale
    9 dicembre 2017

    Sono in treno verso Como. Ricorderete che qualche giorno fa il Fronte Veneto SkinHead ha interrotto una riunione di alcune associazioni comasche per lanciare un messaggio allucinante nella sua ignoranza. E il capo di questo gruppo - intervistato alla radio - ha negato l'Olocausto parlando bene di Hitler e Mussolini. In tutta Italia ci sono segnali analoghi, che non vanno presi sotto gamba. Per questo il PD ha deciso di reagire e per stamani abbiamo organizzato una semplice manifestazione a Como. Si chiama "E questo è il fiore". Ciascuno, con un fiore, sul lungolago, ad ascoltare giovani leggere brani che richiamano la Resistenza. Una manifestazione per tutti voluta per dire alle nuove generazioni che non si scherza su questi temi. Perchè ognuno vota come gli pare ma il rifiuto del nazifascismo è valore civile e unificante per tutto il Paese, non solo per una parte politica. Una mattinata in nome dei valori e della civiltà, insomma. Buon sabato a tutti

  • In primo piano
  • In primo piano
  • Post ufficiale da Facebook
    matteorenziufficiale
    8 dicembre 2017

    Questo grafico dimostra in modo semplice e chiaro perché il PD deve essere orgoglioso del lavoro di questi anni. Gli altri sono specializzati in complotti chiacchiere, noi abbiamo dalla nostra parte i fatti e i numeri. Pronti per la campagna elettorale, amici? Possiamo essere il primo partito e il primo gruppo parlamentare, mettiamoci in cammino. Avanti, insieme

  • In primo piano
  • Post ufficiale da Facebook
    matteorenziufficiale
    8 dicembre 2017

    Scaricare tutto, scaricare tutti. Ma anche il lavoro, le FakeNews, le tasse, le alleanze. Ne ho parlato ieri sera a Quinta Colonna. Qui c'è l'intervista. Chi ha tempo per vederla mi dice che ne pensa? Buona giornata di festa, amici

  • In primo piano
  • Post ufficiale da Facebook
    matteorenziufficiale
    7 dicembre 2017

    Stasera, alle 21.15, a Quinta Colonna su Rete 4

  • Post ufficiale da Facebook
    matteorenziufficiale
    7 dicembre 2017

    Volge al termine un viaggio bellissimo - in oltre 100 province - che in questi giorni ha toccato la Sicilia. Difficile sintetizzare le emozioni dell'incontro con gli educatori dello Zen o i ragazzi di Addio Pizzo, con le donne strappate alla tratta a Gaggi o con i ragazzi disabili che si sono inventati un super ristorante a San Cataldo. Per non dire della visita col ministro Orlando all'ufficio di Rosario Livatino, magistrato martire e testimone. Dal basket femminile alle arance, dal vino di Marsala fino alle scuole, dal turismo sostenibile al gas, abbiamo ascoltato decine di storie, incontrato migliaia di persone. E la bellezza della politica fatta in mezzo alla gente emerge in tutta la sua forza. Ora che la campagna di ascolto si avvia a conclusione sarà bellissimo rilanciare con idee e progetti per una campagna elettorale seria e concreta. Non sugli scontri e sul posizionamento tattico ma sulle risposte da dare all'Italia e agli italiani. Lo faremo con forza, entusiasmo e determinazione. Avanti, insieme

  • In primo piano
  • Post ufficiale da Facebook
    matteorenziufficiale
    7 dicembre 2017

    L'arte del pizzaiuolo napoletano riconosciuta come patrimonio Unesco è un simbolo bellissimo di quello che l'Italia è stata. Ma è simbolo anche di ciò che dovremo essere. La cura per la tradizione, la passione per il cibo, la capacità di farsi rappresentare all'estero dai nostri prodotti sono elementi essenziali del nostro futuro. Andiamo verso un futuro di robot e innovazioni tecnologiche: proprio per questo avremo sempre più bisogno di radici, di identità, di qualità, di gusto. Le più grandi catene al mondo di pizza non sono italiane così come pure è straniera la maggioranza dei prodotti che hanno il nome che suona italiano venduti nel mondo. Insomma: nel mondo globalizzato il Made in Italy - anche alimentare - ha tante opportunità davanti. Il riconoscimento alla pizza è un orgoglio per la tradizione ma anche uno stimolo per il futuro. Avanti

  • In primo piano
  • In primo piano
  • In primo piano
More
Segui
23 Follower
Iscrivendoti, riceverai aggiornamenti giornalieri su Matteo Renzi
Voglio ricevere aggiornamenti su Matteo Renzi
Mostra al mondo la tua passione
Gestisci un canale per Blasting News e inizia a guadagnare.
Cosa ti appassiona?
Raggiungi un'audience più grande
Sei una figura pubblica, un'agenzia media o un influencer famoso?
Richiedi un invito per gestire il tuo canale
Leggi tutti i post dei follower

Matteo Renzi, il leader che ha cambiato il centrosinistra negli ultimi anni.

Matteo Renzi è un personaggio politico italiano, nato a Firenze l'11 gennaio del 1975. La sua attività politica comincia già negli anni del liceo, per poi contribuire, successivamente, alla nascita dei Comitati Prodi in Toscana (siamo nel 1996). Nel frattempo, Renzi si iscrive al Partito Popolare Italiano, divenendone segretario provinciale nel 1999: il partito finisce nel gruppo della Margherita e nel 2003 ritroviamo Renzi a occupare nuovamente il posto di segretario provinciale. L'anno seguente conquista la presidenza della provincia di Firenze dove rimarrà fino al 2009. Il 29 settembre del 2008, Matteo Renzi si presenta alle elezioni primarie indette dal Centrosinistra per determinare la candidatura a Sindaco di Firenze, riuscendo a conquistare la maggioranza delle preferenze con il 40 per cento, davanti a Lapo Pistelli, Daniela Lastri e Michele Ventura.

Il 22 giugno del 2009, dopo essere andato al ballottaggio con il candidato del Centrodestra, Giovanni Galli, ottiene la carica di Sindaco di Firenze ottenendo quasi il sessanta per cento delle preferenze.

La scalata di Renzi verso la guida del PD e del Paese

Il 29 agosto del 2010 lancia l'idea provocatrice della 'rottamazione senza incentivi' dei dirigenti storici del PD. Da questo momento la sua ascesa politica è inarrestabile: il 13 settembre del 2012 si candida alle elezioni primarie per la leadership della coalizione 'Italia Bene Comune', andando a sfidare personaggi di primo piano del centrosinistra come Pier Luigi Bersani, Nichi Vendola, Laura Puppato e Bruno Tabacci. Finirà comunque secondo dietro a Bersani, che conquisterà il massimo delle preferenze. Il 9 luglio del 2013 annuncia di candidarsi per la segreteria del Partito Democratico: i principali rivali di Renzi saranno Giuseppe Civati e Gianni Cuperlo. L'8 dicembre del 2013, Matteo Renzi trionfa e viene eletto segretario del Partito Democratico con più del 67 per cento delle preferenze.

Nel giro di pochi mesi, Renzi si ritroverà Presidente del Consiglio, in seguito alle dimissioni dell'ex premier Enrico Letta: il 17 febbraio del 2014, infatti, Matteo Renzi viene convocato dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che gli affida l'incarico della formazione del nuovo Governo.

Renzi resta al Governo per oltre mille giorni, precisamente fino al 7 dicembre 2016, quando si dimette all'indomani della sconfitta del Sì al Referendum confermativo di riforma Costituzionale. Il 19 febbraio 2017 si dimette anche da segretario del PD, aprendo così la fase congressuale del partito. Alle elezioni Primarie del 30 aprile seguente Matteo Renzi sconfigge poi Andrea Orlando e Michele Emiliano, venendo così rieletto segretario nazionale del PD con il 69% dei consensi.