Questa sera l'Inter affronterà il Bologna allo stadio Dall'Ara nell'anticipo della quinta giornata di campionato, alla ricerca della quinta vittoria consecutiva dopo le quattro conseguite contro la Fiorentina nella prima giornata allo stadio San Siro per 3-0, contro la Roma allo stadio Olimpico per 1-3 alla seconda giornata, contro la Spal in casa per 2-0 e contro il Crotone sabato per 2-0. Nonostante questo filotto di vittorie sono arrivate alcune critiche sui nerazzurri ed in particolare sul gioco della squadra di Luciano Spalletti. L'ultimo a parlarne è stato il noto giornalista de Il Fatto Quotidiano, Andrea Scanzi, che nel suo editoriale ha scritto:

"Non capisco le critiche arrivate all'Inter in questi giorni.

Dire che i nerazzurri siano brutti è una mezza ovvietà visto che la squadra nerazzurra non ha mai cercato, o quasi, l'estetica. Non era una squadra che faceva un bel gioco neanche quando sulla panchina sedevano tecnici come Helenio Herrera, Giovanni Trapattoni, Roberto Mancini e Josè Mourinho. Ed, a quanto pare, la stesso concetto vale con alla guida Luciano Spalletti. Nel match contro il Crotone è stata molto fortunata, ma alla fine ha portato a casa i tre punti, ed i portieri sono in porta per parare (Handanovic è stato il migliore in campo n.d.r.). Una cosa credo sia certa, e cioè che l'Inter arriverà terza a fine anno ed è scritto anche nell'ultimo libro di Hillary Clinton. Anche Bersellini ha vinto non cercando l'estetica e venendo ricordato come il sergente di ferro.

Gli sia lieve la terra. Mauro Icardi biondo? E' sicuramente un'idea di Jim Messina, in caso contrario l'umanità è morta".

Il match contro il Bologna

Tornando al match contro il Bologna che si giocherà questa sera, il tecnico nerazzurro, Luciano Spalletti, medita di dare una chance al centrocampista croato, Marcelo Brozovic, ed all'attaccante italo-brasiliano, Martins Eder.

A fargli posto dovrebbero essere il fantasista portoghese, Joao Mario, tra i peggiori in campo nel match di sabato contro il Crotone, e l'esterno destro della nazionale italiana, Antonio Candreva, anche lui autore di una prestazione incolore. In caso di vittoria verrà eguagliato il record di cinque vittorie consecutive, da inizio campionato, messo a segno dai nerazzurri nella stagione 2015-2016, guidati allora da Roberto Mancini.

In quel caso la squadra, a fine anno, arrivò quarta, cosa che basterebbe in questa stagione per conquistare la Champions League.