L'Inter ha fermato il Napoli, ma a fare rumore più che il buon risultato contro la seconda forza del campionato sono state le dichiarazioni di Luciano Spalletti. Per la prima volta il tecnico ha abbandonato quel modo di essere filo societario che lo aveva contraddistinto per quasi tutta la stagione, sottolineando come l'attuale rosa non abbia tutta la qualità che gli si riconosce dall'esterno.

Un malcontento che parte da lontano e che era rimasto celato fino ad ora. L'allenatore si sarebbe aspettato che fossero arrivati quantomeno un altro centrale difensivo che rendesse la coperta meno coperta ed un trequartista che sembrano mancare a quest'Inter per quello che è il suo modo di intendere il calcio.

Inter: cosa accadrà a giugno?

Ci si chiede davvero a questo punto cosa possa accadere a giugno.

Pensare a grandissimi investimenti in questo momento sarebbe un inutile volo pindarico. Ci sono i parametri del fair play finanziario da rispettare e pur avendo un colosso come Suning alle spalle è difficile ipotizzare grandi spese, poiché la politica economica internazionale cinese impone ai propri maggiori imprenditori di limitare gli investimenti nel settore ludico-sportivo all'estero. Ad oggi persino la posizione di Luciano Spalletti, dopo gli ultimi sviluppi, può non essere considerata così solido. L'idea più gettonata è che senza qualificazione alla prossima Champions League la panchina del tecnico diverrebbe più che traballante. Se, invece, dovesse arrivare almeno il quarto posto sarebbe più facile che le parti restino vicine e che si individuino di comune accordo le strategie per rafforzare un rosa che, ad oggi, non può duellare al top né in Italia, né in Europa.

Inter: arriverà un top player?

A vedere Roma - Shaktar di Champions c'era anche Piero Ausilio. L'ipotesi più attendibile della sua presenza sarebbe riconducibile alla necessità di visionare da vicino quelli che potrebbero essere dei colpi a parametro zero: Bernard, Marlos, Facundo Ferreyra sono infatti in scadenza di contratto con gli ucraini e appaiono tutti potenziali colpi low cost interessanti.

Ma attenzione alla sorpresa: dalla Roma si può acquistare Strootman a 45 milioni sfruttando la clausola rescissoria. Con qualche cessione marginale e gli eventuali introiti della Champions l'Inter potrebbe davvero pensare di regalare un grande colpo alla sua tifoseria, sebbene non si tratti del trequartista che Spalletti vorrebbe.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!