È successo di tutto a San Siro (pur con qualche polemica), dove si è giocato il Derby d'Italia tra Inter e Juventus, una partita fondamentale per entrambe le squadre, i primi per la corsa alla Champions League, i secondi per aumentare il gap di punti col Napoli (avversario della Fiorentina alle 18 di oggi).

I bianconeri hanno battuto i nerazzurri per 3 reti a 2 grazie ai gol di Douglas Costa, un autorete del difensore Škriniar e di Higuaìn (primo gol contro l'Inter a San Siro). Per i padroni di casa hanno segnato il capitano Icardi ed un autogol del difensore juventino Barzagli.

Spalletti ha schierato il 4-2-3-1 con: Samir Handanovič; João Pedro Cavaco Cancelo, Milan Škriniar, João Miranda de Souza Filho, Danilo D'Ambrosio; Matías Vecino Falero, Marcelo Brozović; Antonio Candreva, Rafinha, Ivan Perišić; Mauro Emanuel Icardi.

Allegri invece ha risposto col 4-3-3: Gianluigi Buffon; Juan Guillermo Cuadrado Bello, Daniele Rugani, Andrea Barzagli, Alex Sandro Lobo Silva; Sami Khedira, Miralem Pjanić, Blaise Matuidi; Douglas Costa de Souza, Gonzalo Gerardo Higuaìn, Mario Mandžukić.

Dopo 14' la Juventus si è già portata in vantaggio con Douglas Costa, traversone dalla trequarti destra di Cuadrado per l'ex Bayern Monaco che ha calciato da posizione decentrata battendo Handanovič. Neanche 120' e la squadra milanese è rimasta in 10 per l'espulsione di Vecino dopo un fallo su Mandžukić.

Orsato, l'arbitro del match, dopo aver consultato il V.A.R., ha estratto il cartellino rosso all'uruguaiano ex Fiorentina. Al 25' tiro a giro di Perišić dai 30 metri che è terminato lontano da Buffon (dopo aver fatto una discesa sulla fascia sinistra).

Pochi minuti e Candreva ha sfiorato il gol del pareggio con un tiro da lunga distanza, Buffon ha respinto la sfera in calcio d'angolo. La squadra ospite ha continuato, per tutta la prima frazione di gioco, a far girare la palla affinchè colpisca la retroguardia nerazzurra. Nel recupero viene annullato un gol a Matuidi per offside.

Secondo tempo, tra sorpassi ed autogol.

La ripresa è cominciata col gol del pareggio da parte del capitano Mauro Icardi, un colpo di testa derivante da una punizione calciata da Cancelo. L'argentino ha infilato la palla nell'angolino basso della porta di Buffon. Da quel momento l'Inter ha cominciato ad attaccare.

Al minuto 65 è arrivato il gol del sorpasso interista con l'autorete del difensore centrale Andrea Barzagli, che non è riuscito a spazzare via il cross basso di Perišić. Al 74' Paulo Dybala (subentrato a Khedira al 61') è andato vicinissimo al pari con un pericoloso calcio di punizione, trovando l'opposizione del portiere ex Udinese.

Dopo 13 minuti di equilibrio è arrivato il gol del pareggio con un'altra autorete, questa volta del centrale nerazzurro Milan Škriniar su tiro di Cuadrado. Neanche 3 minuti e la Juventus ha segnato il gol del 3-2 finale con un colpo di testa di Gonzalo Higuaìn derivante da una punizione dell'ex Palermo.

La sfida è finita così, con la Juventus che ottiene tre punti fondamentali per la corsa scudetto, in attesa del Napoli, e con l'Inter sempre più a rischio Champions League, con la Lazio che stasera scenderà in campo contro il Torino.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!