L'Inter è tornata a partecipare alla Champions League e lo ha fatto nel modo più spettacolare e "pazzo" che si potesse immaginare. A San Siro contro gli inglesi del Tottenham, i ragazzi di Luciano Spalletti sono stati protagonisti di una prestazione di puro cuore e tanta forza. Il match, come era prevedibile, è stato difficile e pieno di insidie per la banda nerazzurra ben consapevole di dover affrontare una squadra, come gli Spurs, già abituata alla competizione e per certi versi più matura.

I britannici erano riusciti a passare in vantaggio a inizio ripresa con Eriksen facendo vedere gli incubi all'Inter per circa mezz'ora. I ragazzi di Spalletti però, non hanno mollato e hanno trovato la via del pareggio con una prodezza di Icardi (che ha siglato il suo primo gol in Champions League), prima della rete di Vecino nei minuti di recupero che ha fatto esplodere San Siro per il 2-1 finale.

Inter-Tottenham: il match

Spalletti si è presentato a San Siro con il solito modulo 4-2-3-1: in difesa rispunta Miranda al fianco di De Vrij, con Skriniar dirottato a destra mentre in avanti ancora fiducia a Politano. Il Tottenham risponde con Lamela al posto di Moura, con Eriksen dietro le spalle di Harry Kane.

Nei primi minuti le squadre si studiano senza farsi male a vicenda, il tempo passa e gli inglesi cominciano a prendere sempre più possesso del campo, non riuscendo tuttavia a concretizzare: il primo tempo termina sullo 0-0.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter Champions League

Nella ripresa, gli Spurs rientrano in campo con lo stesso pigio del primo tempo e trovano subito il vantaggio con Eriksen che approfitta di una tiro ribattuto dalla difesa interista per battere Handanovic.

Rimonta nerazzurra: prima Icardi, poi Vecino

L'Inter dopo lo svantaggio non si disunisce, Spalletti opta per dei cambi, fuori Perisic e Politano, dentro Candreva e Keita. Inoltre invita i suoi ad attaccare e a crederci: all'85° Asamoah mette in mezzo un cross sul quale si avventa Icardi che si inventa una conclusione al volo da fuori area trovando la rete del pareggio, facendo cosi impazzire il San Siro.

Il capitano nerazzurro fino a quel momento era stato invisibile per gran parte del match senza incidere, ma come ogni attaccante di razza, spesso gli basta toccare un pallone per essere decisivo.

Nel finale è un assedio dell'Inter che cerca disperatamente il gol del vantaggio, il quale arriva al 92° minuto dagli sviluppi di un calcio d'angolo sul quale, dopo un primo colpo di testa, in area svetta Vecino che insacca in rete scatenando la festa interista.

Una buona partita e un'ottima vittoria per la compagine nerazzurra che comincia il suo percorso in Champions nel migliore dei modi e con 3 punti fondamentali nella classifica del girone.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto