Uno dei temi caldi del calcio al momento è il big match Napoli - Juventus e il ritorno di Champions League del 12 marzo presso l'Allianz Stadium. In merito a questi argomenti, Massimo Carrera nell'intervista telefonica rilasciata alla redazione di ''TuttoJuve.com'', ha espresso le sue opinioni con un focus sulla condizione dei bianconeri.

Lo stato di salute della Juventus

L’allenatore, libero da impegni lavorativi, ha più tempo per seguire le partite in Tv ed anche allo stadio. Vivendo a Bergamo segue l'Atalanta di Gasperini ed ha raccontato che si trovava in tribuna quando i nerazzurri hanno eliminato la Juve dalla Coppa Italia.

Il risultato è da attribuirsi ad uno stato di forma superbo dei bergamaschi, al quale non hanno saputo reagire i bianconeri. L’intervistato pensa che tutte le squadre alternino momenti di forma ad altri sottotono ed è quello che è accaduto alla Vecchia Signora da inizio anno. Comunque ciò che appare all'esterno è diverso dalla realtà esistente nello spogliatoio e questa la conosce solo Allegri.

Il big match e la Champions

Il big match tra Napoli e Juventus, nonostante il distacco in classifica è comunque importante e la squadra di Ancelotti ha l'obbligo di credere in una rimonta. Se gli azzurri vincessero, inizierebbero a rosicchiare punti, nel caso contrario ogni velleità sarebbe tramontata. La sfida al San Paolo non darà l’esatta percezione dello stato di salute dei bianconeri, al massimo si potrà valutare la condizione di qualche giocatore.

La Vecchia Signora che affronterà i colchoneros non sarà la stessa del San Paolo: 'L'Atletico Madrid, che sarà di scena all'Allianz Stadium tra qualche settimana affronterà tutt'altra Juve', questa l’analisi del tecnico. Paulo Dybala è un valore aggiunto perché è in grado di risolvere certe partite, come è accaduto domenica contro il Bologna, quando entrato a partita in corso ha trovato il gol vittoria.

Molti vedono nel centrocampo, il punto debole dei bianconeri, per Carrera quando una squadra gioca male dipende un po’ da tutti i reparti. Assodato che la Champions League è molto importante, anche se Madama non dovesse vincerla, non sarebbe da considerare stagione fallimentare, perché non bisogna dimenticare che in Italia è vincente da molti anni e ciò non è facile. L’ultima battuta riguarda Massimiliano Allegri che in questi anni ha vinto molto e perciò non merita certe critiche.