La dirigenza della Continassa, determinata a cambiare gioco, ha esonerato Allegri ed ha ingaggiato Sarri anche per dare nuovi stimoli ad un gruppo diventato ormai troppo consuetudinario. Il nuovo tecnico con l'esperienza avrebbe capito che in primo luogo è necessario farsi accettare dai capisaldi della squadra senza imporre drasticamente le sue idee di gioco. Il modo di stare in campo dell'ex Napoli valorizza il ruolo degli attaccanti per cui il suo primo passo, come ha annunciato, è parlare con i talenti del reparto offensivo, Cristiano Ronaldo in primis e poi a seguire con Dybala e Douglas Costa.

Pubblicità
Pubblicità

Quello che ha annunciato giovedì scorso è già stato messo in pratica perché Sarri è volato sulle coste francesi, dove sta soggiornando CR7 insieme alla sua famiglia ed ha parlato con lui per vedere se c’era unità d'intenti.

CR7 come Mertens

L'idea del nuovo tecnico bianconero sarebbe quella di rendere ancora più prolifico l'ex Real Madrid superando il record di 36 gol, in Serie A, detenuto da Higuain per arrivare a quota 40.

Pubblicità

Il modo di raggiungere l'obiettivo fissato sarebbe avvicinare il portoghese alla porta, in altre parole impiegarlo nella posizione di centravanti, ruolo che già svolge in Nazionale. Per evitare la pressione dei centrali avversari c’è solo un modo: consentirgli di muoversi sul fronte offensivo, spostando la palla con precisone, aiutato dalla velocità degli esterni. Il tecnico di Valdarno pensando al tridente del Napoli con Insigne, Mertens e Callejon, sarebbe tentato di realizzare la stessa strategia e CR7 sembrerebbe d'accordo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Serie A

Gli esterni per innescare Ronaldo il nuovo tecnico li avrebbe individuati in Dybala e Douglas Costa intercambiabile con Federico Bernardeschi. L'argentino e il brasiliano sarebbero in rampa di rilancio, nonostante i due giocatori siano reduci da una stagione poco edificante e per questo motivo in un primo momento sarebbero stati inseriti nella lista dei possibili partenti.

Verso il 4-3 fantasia

Il calcio vincente si è dimostrato quello che predilige l'organizzazione e la tecnica, poi a livelli superiori la tattica conta sempre meno.

Sarri ha capito che sono i campioni a fare la differenza e ha consolidato questa sua certezza nell'anno trascorso al Chelsea. Il suo integralismo tra i londinesi si sarebbe ammorbidito, tanto che ha lasciato ampi margini di libertà ad Hazard, infatti il belga partiva da ala sinistra per poi accentrarsi. Il 4-3-3 iniziale spesso si trasformava in 4-4-2 e in alcuni casi l'ex blues è stato impiegato da finto centravanti.

Pubblicità

La nuova Juventus dunque potrebbe osservare il 4-3- fantasia, ma su un punto il nuovo tecnico non transige e cioè evitare a Ronaldo la fase di rientro per centrare l'obiettivo mancato da Allegri.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto