La Juventus ha nella difesa uno dei suoi punti di forza. In questi ultimi otto anni, la cosiddetta BBC ha contribuito decisamente alla conquista degli altrettanti scudetti consecutivi. Bonucci, Barzagli e Chiellini dal 2011 ad oggi sono stati una sicurezza imprescindibile, ma il tempo passa, l'età avanza e il campione del mondo 2006 ha dovuto tirare i remi in barca, mentre il numero 19 e il capitano, ormai over 30, aspettano forze fresche da indottrinare sulla cultura bianconera in attesa che prendano definitivamente il loro posto.

Nella stagione appena terminata, i ripetuti acciacchi di Chiellini e la conseguente assenza è stata una concausa dell'eliminazione ai quarti di Champions League. Questa situazione avrebbe indotto il ds Fabio Paratici a guardarsi intorno per trovare un centrale di livello pari al numero 3 bianconero, e lo avrebbe individuato in Matthijs de Ligt dell'Ajax, autore del gol decretante l'uscita di scena di "Madama" dal massimo torneo europeo.

Il fiuto di Paratici

Il capitano dei Lancieri ha grande talento, e ciò non sarebbe passato inosservato a nessuno dei top-club europei. Barcellona in primis, che durante la scorsa primavera sarebbe stato vicinissimo ad accaparrarsi il diciannovenne, salvo poi però "l'inversione a U" di quest'ultimo dietro consiglio del suo agente Mino Raiola che ha fatto sfumare la trattativa.

La Juventus non avrebbe mai abbandonato le speranze per de Ligt, che proprio in questi ultimi giorni si sarebbero riaccese perché il diretto interessato avrebbe espresso il suo gradimento al trasferimento all'ombra della Mole.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Calciomercato

Sulla decisione del classe 1999 potrebbe aver influito il consiglio di Cristiano Ronaldo che, dopo la gara di Nations League tra Portogallo e Olanda, gli avrebbe chiesto di raggiungerlo a Torino.

La dirigenza della Continassa, forte della volontà del difensore e sfruttando i buoni rapporti con il suo agente, vorrebbe accelerare i tempi, infatti ieri ci sarebbero stati intensi contatti sull'asse Juve-Ajax-Raiola.

I presupposti dell'affare

Gli olandesi stimerebbero il loro gioiello 70 milioni di euro e i bianconeri, che sarebbero ad un passo dal risolvere i problemi del centrocampo con l'acquisizione di Rabiot a parametro zero, potrebbero investire la cifra richiesta, anche perché, vista la giovane età di de Ligt, sarebbe una garanzia a lungo termine. Il giovane, in vacanza alle Bahamas, pretenderebbe un ingaggio di 12 milioni di euro a stagione più bonus con clausola rescissoria variabile di anno in anno, ma mai al di sotto dei 150 milioni di euro.

La Juventus vorrebbe chiudere l'affare a stretto giro di posta per evitare la concorrenza del PSG che, con Antero Henrique, era arrivato molto vicino al classe 1999. Ora anche il nuovo ds dei parigini, Leonardo, starebbe mandando segnali di forte interesse verso il talento olandese. Le prossime, dunque, si preannunciano come ore concitate per l'affare in atto, e intanto la Juve per il ricambio generazionale si è già assicurata Demiral del Sassuolo e Romero del Genoa.

Il primo potrebbe aggregarsi fin da subito ai bianconeri, mentre l'argentino sarebbe destinato a militare ancora per un altro anno nella formazione ligure.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto