In questi anni la Juventus ha lavorato per far crescere la squadra in campo, ma la dirigenza si è anche occupata di far aumentare i ricavi. Nei giorni scorsi, si è molto parlato dei conti dei bianconeri e qualche media ha ripreso in maniera errata una relazione sui conti della Vecchia Signora stilata da KPMG. In molti hanno mal interpretato questa relazione e hanno erroneamente detto che la Juventus poteva aver violato i parametri del Fair Play finanziario. Trattasi di una fake news stando almeno a quanto raccontato dal giornalista della Gazzetta dello Sport Marco Iaria che è intervenuto ai microfoni di TMW Radio: "Stiamo parlando di una bufala, o meglio di un travisamento dell'intento originale dello studio effettuato dalla testata francese".

Nessuna violazione del Fair play finanziario da parte della Juventus

Il giornalista Marco Iaria ha spiegato nel dettaglio che c'è stato un errore piuttosto evidente da parte di alcuni media nel riportare lo studio sui conti della Juventus stilato da KPMG: "C'è stato un cortocircuito mediatico pazzesco", ha dichiarato il giornalista della Gazzetta dello Sport che poi ha aggiunto che lo studio al quale era riferito l'articolo di KPMG era una semplice comparazione dei bilanci della stagione 2018/2019 dei vari campionati nazionali.

Dunque, Iaria ha spiegato che questa relazione non aveva nulla a che fare con i rilievi dei parametri del Fair Play Finanziario anche perché il parametro dell'Uefa è molto diverso visto che unisce l'intero fatturato lordo delle plusvalenze. Perciò, come ha precisato il giornalista della Gazzetta dello Sport, si è trattato di una vera e propria bufala e di un travisamento dell'intento dello studio della testata francese.

Il bilancio della Juventus

Nel corso del suo intervento a TMW Radio, Marco Iaria ha anche parlato dello stato di salute dei conti della Juventus: "In questo momento è tutto bilanciato", ha spiegato il giornalista che poi ha aggiunto che ogni anno il club bianconero ha assunto una mole di investimenti e di spese che parte da una base di circa 100 milioni di plusvalenze. Inoltre, Iaria ha svelato che con l'acquisto di Cristiano Ronaldo, la Juventus ha deciso di compiere una svolta che chiaramente comprende le spese e i ricavi e che il management bianconero ha capito che serviva uno sforzo economico assumendosi un rischio calcolato per poter divenire un top club a livello europeo.

Infine, Iaria ha spiegato che la Juventus potrà continuare a beneficiare dell'apporto di CR7: "L'operazione CR7 è servita e continuerà a servire per far arrivare nuovi ricavi". La Juventus, secondo il giornalista, nei prossimi anni seguendo una strategia precisa dovrebbe arrivare ad un riequilibrio dei conti senza intaccare la competitività a livello sportivo.

La Juventus pensa al campo

Mentre all'esterno c'è chi commenta lo stato dei conti della Juventus, la squadra è concentrata solo sulle prossime partite. I bianconeri già domenica sera saranno in campo per affrontare il Parma. Contro I gialloblù, Maurizio Sarri dovrebbe fare alcuni cambi rispetto alla sfida di Coppa Italia contro l'Udinese.

Infatti, dal primo minuto contro il Parma, ci sarà il ritorno di Wojciech Szczesny, Leonardo Bonucci, Miralem Pjanic e Blaise Matuidi. Poi resta da capire chi giocherà in attacco visto che Cristiano Ronaldo è alle prese con la sinusite, se recupererà (come sembra) sarà titolare e al suo fianco ci sarà uno fra Gonzalo Higuain e Paulo Dybala. In ogni caso il tecnico della Juventus scioglierà gli ultimi dubbi di formazione nelle ore che precederanno il match contro il Parma.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!