La ventitreesima giornata del campionato di Serie A si conclude con la vittoria in rimonta dell'Inter sul Milan e preannuncia, anche alla luce del successo della Lazio al Tardini, una lotta per il titolo sempre più avvincente. I nerazzurri di Conte, sotto di due reti al giro di boa, suonano la carica all'intervallo e pareggiano i conti nel giro di due minuti, al 51' con Brozovic e al 53' con Vecino, per poi ribaltare il risultato con il colpo di testa di De Vrij che al 70' non vanifica il cross di Candreva dalla bandierina. Soddisfazione al 93' anche per Lukaku che segna ancora nel Derby e mette la sua firma su una prestazione di squadra encomiabile.

È estasi Inter che aggancia la Juventus a 54 punti e festeggia il primo posto in classifica.

Ibra segna ma non basta

La seconda rete dello svedese dal suo rientro in Italia arriva al 46' quando il fuoriclasse del Milan insacca un colpo di testa alle spalle di Padelli. Sei minuti prima, a seguito di un ottimo primo tempo, la squadra di Pioli si era già portata in vantaggio con la rete di Rebic, facendo pregustare ai tifosi milanisti un risultato favorevole anche per questo scontro.

La speranza, però, in questo caso non ha vita lunga, dal momento che l'Inter e il Milan che scendono in campo nella seconda frazione di gioco riservano prestazioni ben differenti da quelle del primo tempo. Il potere di Ibra dura 45 minuti. È presumibilmente il miglior Milan della stagione, ma non basta.

Dopo una serie di risultati positivi ottenuti dal momento del rientro del suo condottiero, il Milan si arresta e cede all'Inter.

Tre squadre in un punto: campionato sempre più aperto

Non solo la vittoria nel Derby, quindi. Ma anche, e in particolar modo, la riconquista della vetta della classifica di Serie A, in coabitazione con la Juventus e con la Lazio distaccata di un solo punto.

Un campionato tanto equilibrato al mese di febbraio non si ricorda da molto e rende sempre meno semplice avanzare previsioni su quale sarà la squadra che si aggiudicherà il titolo di Campione d’Italia 2019/2020. Se infatti i pronostici del caso sono ancora a favore del nono scudetto consecutivo per la Juventus, la striscia di risultati estremamente positivi delle sue dirette rivali fa in modo che tanto l’Inter quanto la rivelazione Lazio siano d’obbligo considerate probabilissime candidate al titolo.

Senza escludere ancora il gioiello Atalanta che, seppur attualmente distante 12 punti dalla vetta, ha abituato a risalite senza precedenti.

Un campionato talmente equilibrato e dall’esito sempre più incerto che è presumibile riserverà ansie ed emozioni fino agli ultimi incontri. Un campionato che allo stesso tempo conferisce nuovo lustro al calcio italiano dopo l’ombra dei recenti anni.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!