In queste ore, lo staff medico della Juventus sta eseguendo i tamponi per il Coronavirus ai vari giocatori bianconeri. Alcuni calciatori sono già stati sottoposti ai test e sarebbero tutti negativi. Perciò, al momento, oltre a Daniele Rugani, non ci sono altri positivi al Covid - 19. Tra oggi e domani, però, verranno effettuati altri tamponi e se saranno tutti negativi la Juventus non farà alcuna comunicazione ufficiale.

La Juventus farà comunicati ufficiali solo in caso di positività

Da ieri, la Juventus ha iniziato a sottoporre i suoi calciatori al tampone per il Coronavirus e per ora i primi giocatori che hanno effettuato sarebbero tutti negativi.

Nelle prossime ore, lo staff medico della Juventus farà altri contro e solo se ci sarà un nuovo caso di Corovirus diramerà un comunicato ufficiale. Infatti, per una questione di privacy, il club ha deciso di non rivelare chi è stato sottoposto a tampone. Dunque, al momento tutto sta andando per il verso giusto ma bisognerà attendere che tutti i giocatori vengano sottoposti ai test per capire se a parte Rugani sono tutti negativi al Covid - 19. Mercoledì scorso, quando il difensore toscano è risultato positivo al Coronavirus, la Juventus ha preferito non sottoporre i calciatori al tampone perché ha preferito aspettare che maturassero i tempi dell'eventuale incubazione del virus. Per questo motivo a partire da ieri, lo staff medico bianconero ha cominciato a fare i primi test.

La Juventus potrebbe presto aumentare l'intensità del lavoro

In questi giorni di isolamento volontario i giocatori della Juventus hanno svolto alcuni allenamenti leggeri presso le loro abitazioni. Infatti, la società ha consigliato ai suoi calciatori di fare esercizi a bassa intensità per evitare che le difese immunitarie possano abbassarsi.

Adesso, però, chi è risultato negativo al tampone potrebbe iniziare ad alzare i ritmi di lavoro.

L'allenatore della Juventus lavora da casa

In questi giorni, anche Maurizio Sarri è in isolamento volontario presso la sua abitazione. L'allenatore, però, sta continuando a lavorare ed è in costante contatto con il suo staff.

Infatti, anche i suoi collaboratori sono in quarantena. Sarri, in questi giorni, ne sta approfittando per guardare molti video e sta cercando memorizzare più cose possibili in vista della ripresa degli allenamenti. Infatti, la speranza dell'allenatore della Juventus e di tutti è che tutto vada per il verso giusto e che a partire dal 26 marzo si possa pensare di fissare una data per la ripresa degli allenamenti. Una volta che la squadra potrà tornare alla Continassa, Maurizio Sarri potrà impartire nuovi dettami tattici ai suoi ragazzi.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!