Il momento in casa Inter non è sicuramente dei migliori. I nerazzurri hanno deluso le aspettative sia in Serie A che in campo europeo: in campionato gli uomini di Antonio Conte sono quinti in classifica con 11 punti raccolti nelle prime sei giornate, a meno cinque dal primo posto occupato dal Milan, in Champions League la compagine meneghina è invece ultima nel girone con soli 2 punti dopo 3 gare disputate.

Serve dunque un'inversione di tendenza e la sfida di domani contro l'Atalanta risulta essere già decisiva, soprattutto per il futuro del tecnico nerazzurro.

Antonio Conte a rischio

Il futuro di Antonio Conte sulla panchina dell'Inter sembrerebbe essere a rischio.

I risultati in questa prima parte della stagione stentano ad arrivare, con sole tre vittorie raccolte su nove partite disputate. Domani contro l'Atalanta, al Gewiss Stadium di Bergamo alle ore 15, potrebbe dunque andare in scena uno snodo cruciale sia per la squadra nerazzurra, sia per il tecnico salentino. Un altro passo falso rischierebbe di allontanare notevolmente il club meneghino dalla vetta e metterebbe l'allenatore sulla graticola. Già in questa settimana si sono susseguiti diversi rumors su un suo possibile addio, con l'ombra di Massimiliano Allegri alle sue spalle.

Nelle ultime ore si starebbe addirittura parlando di dimissioni in caso di sconfitta contro la squadra di Gian Piero Gasperini.

Lo ha rivelato il noto giornalista di Telelombardia e Top Calcio 24, Alfio Musmarra, che, però, ha sottolineato come stenti a credere a queste voci: "In queste ore si sta parlando di un possibile addio di Conte se dovesse perdere contro l’Atalanta. Non credo che darà le dimissioni e non credo che l’Inter lo esoneri adesso perché dovrebbe pagare tre allenatori, visto che Spalletti è ancora a libro paga".

Il collega Giovanni Capuano, però, avrebbe poi sottolineato: "In realtà i nerazzurri hanno già ‘finito’ di pagare Spalletti, avendo accantonato la cifra rimasta da pagare al tecnico toscano fino a giugno". Quest'ultimo discorso, però, fa riferimento ad un aspetto più squisitamente contabile, con Spalletti già 'scaricato' sul bilancio 2018-2019.

Il possibile sostituto

L'eventuale addio di Antonio Conte scatenerebbe il toto sostituto sulla panchina dell'Inter. Ci sarebbe un nome in pole position, quello di Massimiliano Allegri. Quest'ultimo sembrava ad un passo dai nerazzurri già questa estate, prima dell'ormai famoso vertice di villa Bellini, in cui c'è stato il chiarimento tra lo stesso Conte e i dirigenti. Il tecnico toscano è libero, visto che il contratto con la Juventus è scaduto la scorsa estate e ha già dimostrato di poter giocare con più moduli, dal 3-5-2 al 4-2-3-1, passando per il 4-3-1-2.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!