Una lite che andava avanti da ore e che poteva concludersi in tragedia, se il provvidenziale intervento dei carabinieri non avesse evitato il peggio. I militari dell’Arma erano già da quattro ore sul posto, un’abitazione in via Santa Lucia a Garlasco, in provincia di Pavia. Questo paese è salito alla ribalta delle cronache nel 2007 a causa dell’omicidio di Chiara Poggi, per il quale è stato condannato in via definitiva il fidanzato Alberto Stasi.

I soccorritori hanno cercato a lungo di convincere il padrone di casa a tranquillizzarsi e ad aprire la porta per lasciarli entrare nell’appartamento. Ma, verso l’alba, il litigio con la compagna è degenerato, nonostante la presenza delle forze dell’ordine. Il protagonista di questa vicenda, un 51enne, ha preso la donna e l’ha lanciata giù dal balcone, al primo piano di una palazzina. Per fortuna i carabinieri presenti non si sono fatti trovare impreparati e sono riusciti a prenderla al volo, attutendo l’impatto con il terreno.

Il 51enne si è lanciato dal balcone per tentare di sfuggire ai carabinieri

L’episodio è stato ricostruito da TgCom24: a quanto pare i due stavano discutendo da ore, tanto che qualcuno aveva chiamato le forze dell’ordine nel tentativo di farli smettere. Ma l’uomo non ne ha voluto sapere ed è arrivato a scaraventare nel vuoto la compagna di 58 anni. Una volta messa al sicuro la donna, a quanto pare uscita incolume dal volo, i militari hanno provato ad arrestare il responsabile, ancora fuori di sé.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Ma non è stato per nulla facile riuscire nell’intento: infatti il 51enne ha provato a fuggire, gettandosi anche lui dal balcone. Però questa volta non c’era nessuno ad attutire il colpo: nella rovinosa caduta l’uomo si è fratturato le gambe, ma non si è dato per vinto ed ha cercato di nascondersi, trascinandosi fin dietro ad un cespuglio.

Tre carabinieri sono rimasti feriti nelle concitate operazioni di cattura

Quando i militari dell’Arma l’hanno individuato, l’uomo, che già in passato aveva avuto problemi con la giustizia per altri episodi di violenza domestica, non si è dato per vinto.

I carabinieri accorsi sono stati ripetutamente colpiti con un bastone e bersagliati da un lancio di pietre. Tre di loro, tra i quali anche il comandante della stazione di Garlasco, sono stati feriti dal 51enne, tanto da dover ricorrere alle cure del personale medico accorso sul posto.

Al termine della movimentata nottata, il responsabile è stato accompagnato al Policlinico San Matteo di Pavia, dov’è tuttora ricoverato in stato di arresto, con gli uomini delle forze dell’ordine che non lo perdono mai di vista, per evitare ulteriori tentativi di fuga; nelle prossime ore sarà interrogato dal magistrato che segue il caso.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto