Il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, nella giornata di ieri 11 agosto ha emanato una nuova ordinanza che obbliga tutti i cittadini pugliesi che rientrano da Spagna, Grecia e Malta alla quarantena obbligatoria presso il proprio domicilio. La decisione del governatore è scaturita dopo che negli scorsi giorni, molti giovani pugliesi di rientro dalle vacanze nei paesi sopra menzionati sono stati trovati positivi al Coronavirus. Emiliano ha annunciato la decisione di voler emanare questa ordinanza dal suo profilo Facebook. Il provvedimento è valido a partire dalla giornata di oggi 12 agosto e fino a nuove disposizioni.

Rimane obbligo di autosegnalazione a chi rientra da altre regioni italiane

Il Presidente ha specificato che per tutti i cittadini pugliesi e i turisti che giungono in Puglia vige ancora l'obbligo dell'autosegnalazione, anche per chi proviene da nazioni estere e da altre regioni italiane. "L'obbligo di quarantena di 14 giorni per i residenti in Puglia che rientrano da Spagna, Grecia e Malta si aggiunge all'obbligo di quarantena già previsto dalle leggi nazionali per numerosi Paesi esteri" - così specifica l'ordinanza emanata dalla Regione. Le autorità ricordano che per chiunque si autosegnali le Asl locali attiveranno la sorveglianza attiva. Nelle scorse settimane è stato anche firmato un protocollo con le Forze dell'Ordine, che controlleranno il rispetto dell'obbligo di autosegnalazione da parte di cittadini e turisti.

Secondo quanto riferito dall'amministrazione regionale pugliese Spagna, Grecia e Malta in questo periodo mostrano un'alta circolazione del virus Sars-CoV-2 e per questo si vuole evitare che scoppino altri focolai.

Sanzioni per chi non rispetta il regolamento

Michele Emiliano ha ricordato a tutti che, chi non rispetterà il regolamento emanato, sarà soggetto alle sanzioni previste dalle legge, salvo che il fatto non costituisca più grave reato.

Per tutte quelle persone che rientrano da aree ritenute ad elevato rischio contagio, le autorità sanitarie amplieranno l'offerta dell'esecuzione dei tamponi. In questi ultimi giorni la curva epidemiologica in Puglia è cresciuta. Nella giornata di ieri 11 agosto sono stati rilevati altri 20 casi di infezione da coronavirus, e quasi tutti riguardano giovani ragazzi che sono rientrati dalle vacanze all'estero.

Dall'inizio dell'emergenza in Puglia sono stati effettuati 258.978 test: le persone trovate positive alla malattia Covid-19 sono 4.760, 3.977 sono i pazienti guariti e 229 i casi attualmente positivi. La provincia più colpita è quella di Bari, con 1.547 casi accertati dall'inizio della pandemia.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!