Risultato positivo al Coronavirus, Paul Goma era stato ricoverato il 18 marzo all'ospedale La Pitié Salpêtrière di Parigi ed è morto tra la notte del 24 e del 25 marzo, all'età di 84 anni. Il figlio dello scrittore, Filip Goma, è molto dispiaciuto per la grande perdita ed ha dichiarato che, rispettando il desiderio di suo padre e tenendo conto delle attuali restrizioni dovute al Coronavirus in Francia, il corpo di Paul Goma sarà cremato e l'urna funebre verrà custodita nel 'Columbarium', all'interno del cimitero di Pére Lachaise, a Parigi.

Paul Goma

Nasce nel 1935 nel villaggio di Mana in Bessarabia. La vita di Paul, sia da bambino che da adolescente, non è per niente semplice. Niente è in discesa per lui, ma il grande carisma della madre e gli insegnamenti del padre, entrambi docenti, lo aiuteranno a formarsi, nonostante le numerose difficoltà economiche, la natura migratoria della sua esistenza e la minaccia della 'Securitate', la polizia segreta ai tempi del regime comunista di Nicolae Ceaușescu.

Arrestato una prima volta nel 1956 per aver letto in pubblico un suo testo anticomunista, viene processato e condannato a due anni di carcere.

Vedendo i suoi manoscritti continuamente rifiutati dalla censura, li manda clandestinamente in Occidente, dove vengono pubblicati in Francia e Germania. Firmatario della lettera di solidarietà Charta 77, espressione del movimento cecoslovacco per i diritti civili, viene accusato di alto tradimento e successivamente esiliato a Parigi. Ha scritto oltre 30 volumi di narrativa, memoriale e storiografia, ma solo nel 1989 i suoi romanzi cominciano ad essere pubblicati anche in Romania.

L'arte della fuga ha vinto il Premio Farnesina Biblioteca Europea.

I nomi celebri del contagio

Il Coronavirus ha colpito anche scrittori, politici, attori. L'ultimo personaggio famoso ad essere risultato positivo al Covid-19 è il principe Alberto II di Monaco, il quale, al momento, ha dichiarato di essere in buono stato di Salute. Ma prima di lui sono risultati positivi al Coronavirus personaggi che vanno da Luis Sepúlveda, scrittore, giornalista, sceneggiatore, regista ed attivista cileno, naturalizzato francese, all'attore norvegese Kristofer Hivju, che veste i panni di Tormund in una delle Serie TV più viste al mondo Games of Thrones (Il Trono di Spade).

Da Nicola Zingaretti a Begona Gòmez, fino al presidente della Catalogna, Quim Torra. Positivi, ma già dimessi dall'ospedale anche il famosissimo attore Tom Hanks e sua moglie Rita Wilson.

Molti altri attori ed attrici hanno dichiarato di essere risultati positivi al Coronavirus tramite Instagram. Tra questi: Rachel Matthews, la voce di Honeymaren in Frozen II; Olga Kurylenko, conosciuta per il suo ruolo nel film di James Bond del 2008 Quantum of Solace e per la serie TV Magic City; Idris Elba, l'attore britannico conosciuto per aver recitato in Fast & Furious - Hobbs & Shaw, spinoff della famosa saga automobilistica.

Risultati positivi al Coronavirus anche l'allenatore dell'Arsenal Mikel Arteta e l'allenatore del Chelsea Callum Hudson-Odoi e molti calciatori della Serie A del calcio italiano, tra i quali: Daniele Rugani, Blaise Matuidi e Paulo Dybala della Juventus; Daniel Maldini del Milan; Marco Sportiello dell'Atalanta; Mattia Zaccagni dell'Hellas Verona; Manolo Gabbiadini, Omar Colley, Albin Ekdal, Antonino La Gumina, Morten Thorsby, Fabio Depaoli, Bartosz Bereszynsky della Sampdoria; German Pezzella, Patrick Cutrone e Dusan Vlahovic della Fiorentina.

Segui la nostra pagina Facebook!