Due emendamenti presentati dal Partito democratico al Senato della Repubblica riaprono il fronte del concorso pubblico nella Scuola per le assunzioni dei docenti precari che abbiano già svolto almeno tre anni di servizio come supplenti. Infatti, i dem vorrebbero aumentare il numero dei posti a disposizione dei vincitori del concorso straordinario, quasi raddoppiandoli, e apportare correttivi al bando inerenti alla prova che dovrà essere superata dagli aspiranti docenti relativa al test da personal computer. Ad oggi rimangono i bandi scuola già pubblicati nella Gazzetta Ufficiale del 28 aprile 2020, ma il Partito democratico pensa al possibile caos che potrebbe presentarsi all'inizio dell'anno scolastico 2020-2021 dovuto alla carenza docenti.

Bando concorso straordinario scuola: ultime novità oggi su emendamento Pd prova scritta e numero posti

Due, pertanto, gli emendamenti presentati dal Partito democratico sul bando di concorso pubblico straordinario della scuola messo a punto dal Ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina. Insieme a Leu e ad Autonomie, il Pd ha posto all'esame della Commissione Istruzione del Senato il concorso relativo all'immissione in ruolo, già a partire dal 1° settembre 2020, di 24 mila docenti precari storici della scuola, cioè insegnanti non abilitati ma che abbiano già svolto 36 mesi di supplenza nelle scuole. Il primo emendamento presenta correttivi al bando per quanto riguarda la procedura della prova di concorso relativa alla prova semplificata al personal computer "in presenza", data l'emergenza sanitaria in atto, ma anche a confermare la valutazione dei titoli dei candidati.

Nell'emendamento del Pd viene prevista la modifica della prova orale da svolgersi, però, al termine dell'anno di insegnamento, oltre alla valutazione dei candidati al concorso per titoli e servizio.

Concorso scuola: rettifiche al bando, riapertura graduatorie provinciali e stabilizzazione docenti sostegno

L'altro emendamento presentato concerne il numero dei posti messi a bando nel concorso straordinario dei docenti precari della scuola. Il Partito democratico punterebbe ad aumentare i posti dagli attuali 24.000 a 40.000.

L'obiettivo, si legge nel documento presentato al Senato, è quello di "inserire stabilmente un numero più elevato di insegnanti da scongiurare un inizio del nuovo anno scolastico con un record storico dei docenti precari". Tra gli altri emendamenti presentati, il democratico Francesco Verducci riferisce di quello relativo al Decreto Scuola inerente alla riapertura delle graduatorie provinciali dei docenti per far entrare i giovani e alla stabilizzazione degli insegnanti specializzati sul sostegno.

Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la pagina M5S
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!