Maria Elena Boschi, deputata del Partito Democratico, continua a non essere particolarmente tenera nei confronti del governo. Anzi, non perde occasione per manifestare il proprio dissenso nei confronti delle scelte strategiche dell'esecutivo. Lo ha fatto attraverso Twitter dove non ha lesinato attacchi nei confronti del Ministro dell'Economia Tria nelle ultime ore e non ha risparmiato neanche il presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico, reo di non aver agito in maniera super partes come spetterebbe al ruolo prima della rissa sfiorata alla Camera, in seguito all'intervento del'onorevole Fiano che chiedeva la sospensione dei lavori e la conseguente messa ai voti, prima della convocazione della conferenza dei capi gruppo. Maria Elena Boschi, però, ha avuto parole di fuoco per il governo Conte anche in occasione del suo intervento alla Camera.

Boschi contro Conte sulle pensioni

Dopo aver ribadito la propria posizione relativamente all'ostruzionismo messo in atto da Fico e la propria idea secondo cui avrebbe svestito i panni di garante per assumere quelli di appartenente al Movimento Cinque Stelle, la Boschi si è soffermata su altri argomenti. Poi, però, il focus del suo intervento si è spostato sull'operato e sulle strategie del governo.

La Boschi parla di una battaglia condotta contro tutte le pensioni che superano i 1500 euro al mese. "Non le pensioni d'oro - ci tiene a sottolineare la Boschi - ma quelle di milioni di italiani".

"E quando - attacca - oggi il presidente Conte si permette di dire in conferenza stampa che è vergognoso che i pensionati difendano i loro diritti e si lamentino per tagli di poche centinaia di euro, dovrebbe pulirsi la bocca perché è ignobile attaccare chi ha lavorato una vita intera per meritarsi quella pensione, chi ha versato fino all'ultimo contributo per meritarsi quella pensione che ora questo governo taglia".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pd Lega Nord

Boschi attacca tutto il governo

"E forse - prosegue la deputata del Pd - a stare con lo zoppo si impara a zoppicare, perché il presidente Conte che fino a giugno di Cinque Stelle conosceva solo gli hotel che frequentava oggi ci venga a dire che i tagli alla pensioni sono sopportabili ricorda tanto Grillo che nella sua villa, con il suo conto in banca da milioni di euro, sbeffeggiava gli ottanta euro per persone che hanno un reddito medio basso".

Inevitabile dare spazio ad un suo pensiero sulla manovra: "Penso che abbiate premuto il tasto dell'autodistruzione ma, da italiana, mi auguro che la vostra manovra ardita funzioni, lo spero ma non ci credo. E non ci credete nemmeno voi che mettete clausole di salvaguardia fino a 28 millardi di euro nel 2021. Dovevate abolire le clausole di salvaguardia e le avete raddoppiate".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto