La popolarità dei personaggi politici al giorno d'oggi si può calcolare in molti modi, dai classici sondaggi elettorali, fino al seguito che ognuno ha sui social network. Ma anche un sito, peraltro neutrale, come l'enciclopedia libera online Wikipedia è un buon "termometro" per capire almeno quanto un singolo esponente politico venga cercato autonomamente sul web da parte degli internauti.

Per tali motivi presentiamo di seguito una ricerca esclusiva sul piano giornalistico, realizzata attraverso un programma (tools.wmflabs.org) in grado di dire esattamente quanti lettori ha avuto una singola pagina della nota enciclopedia online in lingue italiana.

Pubblicità

Tale ricerca si è concentrata sui 12 mesi del 2018 e sui principali esponenti politici italiani, dando luogo ai risultati che seguono e permettendo di stilare una classifica sicuramente interessante è ricca di spunti.

Di Maio davanti a Salvini, Berlusconi e Conte fra le biografie cercate su Wikipedia nel 2018

Il personaggio politico italiano più ricercato su Wikipedia nell'anno solare 2018 è stato il leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio, la cui pagina sulla nota enciclopedia online è stata visitata ben 2.519.703 volte.

Al secondo posto in questa classifica annuale troviamo il segretario nazionale della Lega Matteo Salvini con 2.438.583 visite alla sua pagina di enciclopedia. È curioso segnalare che il leader leghista è però in rimonta su quello pentastellato, dato che in praticamente tutti i mesi da giugno a dicembre (ovvero da quando è ministro dell'Interno) ha ricevuto più visite rispetto al capo politico del M5S, il quale però aveva accumulato un grande vantaggio nei primi mesi dell'anno.

Al terzo posto c'è Silvio Berlusconi, il leader di Forza Italia ha avuto 1.651.498 visualizzazioni alla sua biografia wikipediana, anche se il trend è in discesa a partire da giugno.

Pubblicità

Quarto posto assoluto per il presidente del Consiglio Giuseppe Conte: le sue 1.072.477 visite sono però tutte concentrate a partire dal mese di maggio, ovvero dal momento in cui stava per assumere la guida del Governo (addirittura la sua voce era assente da Wikipedia fino al 21 maggio), pertanto nella seconda metà dell'anno Conte sarebbe stabilmente sul podio, giocandosela di fatto coi due suoi vicepresidenti come numero di ricerche.

Al quinto posto tra i personaggi politici troviamo il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la cui voce wikipediana è stata letta 948.485 volte.

Sesto posto un po' a sorpresa per il ministro per gli affari europei Paolo Savona, con 794.285 letture alla sua biografia, ma con una particolarità: oltre mezzo milione di esse risultano tutte concentrate nel mese di maggio, ovvero quando la sua mancata nomina a ministro dell'economia poteva far saltare la nascita del Governo Lega-M5S.

Una dinamica piuttosto simile ha avuto l'andamento della pagina di enciclopedia di Maria Elisabetta Alberti Casellati, la presidente del Senato si trova al settimo posto assoluto con con 780.878 letture annuali, ma circa mezzo milione di esse risalgono al mese di marzo, ovvero quando venne eletta alla presidenza di Palazzo Madama.

Pubblicità

In quegli stessi giorni Roberto Fico venne eletto Presidente della Camera, ma delle 724.697 visite annuali alla sua pagina di enciclopedia (che lo rendono l'ottavo politico più cercato dell'anno), sono oltre 400 mila quelle arrivate nel mese della sua elezione sullo scranno più alto di Montecitorio.

Dobbiamo arrivare al nono posto per trovare il primo esponente del centrosinistra, si tratta di Carlo Calenda, ex ministro dello sviluppo economico e iscrittosi al Pd dopo le elezioni politiche, che ha avuto 699.309 letture alla sua biografia. Decimo posto in questa speciale classifica annuale per la ministra della Salute Giulia Grillo: l'esponente pentastellata è stata cercata 684.647 volte.

Fuori dalla top ten molti esponenti del centrosinistra

Finita la top ten proseguiamo in queste speciale ed esclusiva classifica annuale con Matteo Renzi, che fino a marzo era segretario del Pd e complessivamente è stato cercato 676.258 volte su Wikipedia nel corso dell'anno appena finito.

Alle sue spalle c'è Alessandro Di Battista, ex deputato del M5S, ricercato sull'enciclopedia libera 658.808 volte nel 2018. Poco dietro il suo collega di Movimento Danilo Toninelli, attuale ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti con 647.067 visite.

Segue la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni con 563.077 letture. Poche in più rispetto alla leader di +Europa Emma Bonino che ne ha ottenute 521.257.

Il presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano è stato cercato 452.313 volte dagli utenti wikipediani. Poi troviamo un'esponente della sinistra come Laura Boldrini, ex presidente della Camera e attuale deputata di LeU con 450.165 visite. La quale precede anche l'ex Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, a quota 448.141 letture, collocate per la maggior parte nei primi mesi dell'anno quando sedeva a Palazzo Chigi. Alle sue spalle Antonio Tajani, presidente del Parlamento Europeo e volto sempre più preminente di Forza Italia, con 389.613 ricerche. Poche in più della collega di partito Anna Maria Bernini, con 375.370, gran parte delle quali a marzo quando era tra le favorite per la presidenza del Senato,

Più indietro il fondatore e ideatore del M5S Beppe Grillo, con 360.338 visite. Poco dopo c'è l'avvocato Giulia Bongiorno, attuale ministro della Pubblica amministrazione in quota Lega, con 357.870 letture.

A seguire troviamo il dem Maurizio Martina che, in parte anche grazie ai sei mesi alla guida del Pd, ha totalizzato 334.195 letture. Poche in più dell'attuale ministro della Giustizia Alfonso Bonafede (M5S) con 325.388 letture. Non male la ex ministra della Salute Beatrice Lorenzin, con 293.924 ricerche, anche se quasi interamente collocate nei primi tre mesi dell'anno.

Subito dietro ci sono vari esponenti del centrosinistra, come l'ex ministro dell'Interno Marco Minniti con 291.802, la ex ministra Maria Elena Boschi con 291.343, Massimo D'Alema con 285.756, l'ex presidente del Senato Pietro Grasso con 281.503, l'ex Premier Romano Prodi con 243.588 e il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, attualmente candidato alla segreteria del PD con 228.192 visite alla sua pagina di enciclopedia. Il quale è preceduto dalla sindaca di Roma Virginia Raggi con 280.263, dal ministro dell'economia Giovanni Tria, con 275.206 letture (questi era assente dall'enciclopedia fino al 31 maggio) e seguito invece dalla collega del PD ed ex ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli, con 224.058. In questa classifica troviamo anche l'ex Premier e attuale senatore a vita Mario Monti, con 219.017 letture. Più indietro Barbara Lezzi, la ministra del Sud è stata cercata 204.477 volte.

Sono ovviamente molti altri i personaggi politici, sia del Governo che dell'opposizione, ad essere stati ricercati negli ultimi 12 mesi dagli utenti di Wikipedia, ma per ovvi motivi di spazio non riportiamo quelli che hanno avuto meno di 200.000 contatti nel corso dell'anno solare 2018.