A seguito delle elezioni regionali avvenute in Sardegna lo scorso 25 febbraio, il leader del Carroccio, Matteo Salvini, si è espresso in merito a possibili ripercussioni che il risultato potrebbe avere a livello nazionale. La sua presa di posizione al momento è abbastanza netta nei confronti della storica coalizione. Il vicepremier ha detto a chiare lettere che, a livello nazionale, non intende tornare con il vecchio centrodestra.

Matteo Salvini allontana l'ipotesi di recuperare la storica coalizione a livello nazionale

Il commento rilasciato da Matteo Salvini sul conto del centrodestra ha letteralmente diviso l'opinione pubblica.

Schiacciante può dirsi il risultato alle elezioni sarde conseguito dalla coalizione con il candidato Christian Solinas che ha vinto e con le liste che hanno superato il 52 per cento. Ma il segretario della Lega ha precisato che, almeno per il momento, non ci sono spiragli per un centrodestra unito a livello nazionale. "Io col vecchio centrodestra non tornerò mai", è con queste parole rilasciate al noto quotidiano La Repubblica che Matteo Salvini ha sbattuto le porte in faccia ai vecchi alleati con i quali prosegue comunque sulla stessa strada a livello locale. Alla luce del voto sardo, numerosi esponenti del centrodestra lo avevano invitato a rompere l'alleanza di governo con il M5S. La stessa Giorgia Meloni aveva dichiarato, ad avvenute elezioni, che a crescere in termini di consensi siano al momento solo le forze politiche del centrodestra.

L'ironia di Mara Carfagna, Maria Stella Gelmini: 'Non dò peso alla sua dichiarazione'

"Quanto astio, ma cosa ti avrà mai fatto Forza Italia? Qualcuno di noi, senza volere, ti ha rubato la Nutella?", queste sono le parole twittate da Mara Carfagna, in risposta a Salvini.

Maria Stella Gelmini, capogruppo alla Camera, invece, attacca: "Se dice così se ne assumerà le sue responsabilità.

Detto questo, io non dò grande peso a questa dichiarazione. Deve dire così perché i 5 Stelle hanno preso troppi pochi voti, il rischio è che salti tutto". Durissimo Renato Brunetta: "Gli è più comodo avere a che fare con un inetto come Di Maio che gli fa da scendiletto, piuttosto che confrontarsi con gli alleati di centrodestra più strutturati politicamente".

Intanto sono in molti, tra i sostenitori del centrodestra, a dirsi speranzosi che Matteo Salvini possa tornare a rivalutare il programma di governo proposto agli italiani nel corso dell'ultima campagna elettorale per le Politiche dello scorso anno. Alle urne, del resto, quella di centrodestra fu la coalizione più votata.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina Matteo Salvini
Segui
Segui la pagina M5S
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!