L’emergenza Coronavirus, oltre a preoccupare milioni di italiani, è sconfinata ormai in una lotta Politica senza quartiere, condita da dichiarazioni al vetriolo e polemiche aspre. Anche se sembra si sia rotto il ghiaccio tra il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il leader della Lega Matteo Salvini, le posizioni sui provvedimenti da adottare per arginare la diffusione del virus restano spesso distanti. Il governo Conte, il primo in Europa a decidere il blocco dei voli da e per la Cina, si trova adesso nell’occhio del ciclone anche per questo motivo.

Molti sostengono infatti che, così facendo, si sia persa la tracciabilità di chi arrivava dall’oriente. Uno dei critici più duri del Premier sul caso coronavirus è Maurizio Belpietro. Il direttore del quotidiano La Verità arriva persino a coniare la definizione di quella che ritiene essere la “vera emergenza” dell’Italia: il “Contevirus”.

Maurizio Belpietro attacca il governo sul coronavirus a Cartabianca: ‘C’è stato eccesso di ottimismo’

Ospite di Cartabianaca, il talk show di Rai 3 condotto ogni martedì sera da Bianca Berlinguer, Maurizio Belpietro ha detto la sua circa l’emergenza sanitaria ed economica rappresentata dalla diffusione del coronavirus anche in Italia.

“All’inizio c’è stato un eccesso di ottimismo - ha dichiarato il giornalista - si pensava che bloccando i voli si potesse risolvere tutto. Si potevano fare più controlli - ha ammesso -non sappiamo ancora molte cose dei focolai. È risibile la giustificazione che noi facciamo tanti tamponi: ma cosa dovremmo fare? Non farli e lasciare che si allarghi il contagio? Vorrei che non si mettesse la testa sotto la sabbia”.

‘Conte ha detto che c’era falla nella sanità italiana’

Una riflessione dura, quella proposta da Belpietro sul coronavirus, ma almeno inizialmente non indirizzata direttamente al numero uno di Palazzo Chigi. Poi, nel corso della trasmissione, il direttore de La Verità ha dato vita ad un botta e risposta con il collega Andrea Scanzi. “Noi giornalisti abbiamo anche un po’ di responsabilità perché non stiamo sempre veicolando un’informazione giusta”, ha provato a fare autocritica il collaboratore del Fatto Quotidiano.

Ma la risposta di Belpietro è stata tranchant: “Non credo che la responsabilità sei dei talk o dei giornali. A Mauritius non leggono i nostri giornali, ma hanno espulso i turisti italiani. E Conte ha detto che c’era stata una falla nella sanità italiana”.

Belpietro vs Conte: ‘Sul coronavirus ha fatto danni per miliardi’

Giuseppe Conte, dunque, almeno secondo Maurizio Belpietro, sarebbe responsabile almeno in parte del precipitare dell’emergenza coronavirus. Posizione ribadita nell’editoriale pubblicato in prima pagina sul suo giornale mercoledì 26 febbraio. “La vera emergenza, il Contevirus”, titola in prima pagina a lettere cubitali La Verità.

Il fondo di Belpietro, poi, chiarisce che l’Italia sarebbe diventato uno “zimbello” visto che “il Premier prova a scaricare la colpa sui medici eroi e sulle Regioni (riferimento alle critiche mosse da Conte ai medici dell’ospedale di Codogno ndr). Secondo il giornalista, poi, Conte avrebbe “calato le braghe” di fronte alla “reazione furiosa” del Governatore della Lombardia Attilio Fontana. La sua dichiarazione “abbiamo esagerato con i tamponi”, viene considerata tardiva da Belpietro, considerato che “ormai ha fatto danni per miliardi”.

Segui la nostra pagina Facebook!