La settimana che deciderà il nome del vincitore del 103° Giro d’Italia prosegue con la 18^ tappa che porterà la carovana da Pinzolo, in provincia di Trento, ai Laghi di Cancano, nella provincia di Sondrio. Una frazione, lunga 207 km, classificata come una delle tre tappe più dure di questa edizione, insieme alla Bassano del Grappa-Madonna di Campiglio di mercoledì 21 ottobre, e alla Alba-Sestriere in programma sabato 20 ottobre.

Il tappone alpino sarà caratterizzato da quattro GPM, per un totale di oltre 5400 metri di dislivello, tra i quali la Cima Coppi di questa edizione del Giro, il Passo dello Stelvio, con lo scollinamento a 2758 metri s.l.m.

Il percorso della 18^ tappa

La 18^ tappa del Giro d’Italia 2020 partirà da Pinzolo subito con la prima salita di tappa, il GPM di Campo Carlo Magno (2^ categoria). Si arriva a quota 1681 metri s.l.m., dopo una ascesa di 13,8 km con pendenza media del 6,3%. Segue una lunga discesa prima dell’inedita scalata al Passo Castrin/ Hofmahdjoch (1^ categoria). Si tratta di una salita di 8,8 km con una pendenza del 9,1%.

Superata la quota di 1704 metri s.l.m., lunga discesa, circa 25 km e successivo tratto in falsopiano. Al km 144,5 primo traguardo volante di giornata a Prato allo Stelvio in provincia di Bolzano, proprio all’inizio della salita verso la Cima Coppi, la vetta più alta di questa edizione del Giro d’Italia.

La salita allo Stelvio, lunga quasi 25 km, avverrà dal versante più impegnativo, con pendenze, nella prima metà tra il 6% e il 7%, mentre nella seconda parte, quando si supereranno i 2000 metri di altitudine, la strada salirà con pendenze più impegnative, tra l’8% e il 9%.

La tappa proseguirà con la lunghissima discesa fino a Isolaccia Valdidentro (km 196,4) dove sarà ubicato il secondo traguardo volante di questa frazione, ai piedi della salita verso Torri di Fraele (GPM di 1^ categoria).

Si tratta dell’ultima salita di questa tappa, per una lunghezza di 8,7 km al 6,8%, con scollinamento a 2 km dall’arrivo, posto ai Laghi di Cancano.

Il vincitore di questa tappa si aggiudicherà anche il Trofeo Vincenzo Torriani, riservato ai vincitori della frazione che comprende la Cima Coppi, succedendo nell’albo d’oro allo spagnolo Pello Bilbao.

Gli orari della 18^ tappa

La diciottesima tappa del Giro d’Italia 2020, in programma giovedì 22 ottobre, partirà da Piazza San Giacomo di Pinzolo alle ore 10:20. Un breve trasferimento di 2600 metri, porterà la carovana al km 0, posto sulla SS 239, per la partenza ufficiale.

L’arrivo ai Laghi di Cancano è previsto per le 16:30. La crono tabella dell’organizzazione stima una media oraria di tappa tra i 32 km/h e i 36 km/h, con una conclusione della frazione, per il vincitore, tra le 16:03 e le 16:52.

Sarà il parcheggio sterrato nei pressi delle funivie, ad ospitare il villaggio commerciale alla partenza da Pinzolo, mentre, all’arrivo, l’ubicazione è prevista presso la SS 301 cabinovia cima Piazzi.

I precedenti delle sedi di tappa e dello Stelvio

Per la prima volta nella storia una tappa del Giro d’Italia si concluderà ai Laghi di Cancano. Per Pinzolo, invece, si tratta della quarta volta con la partenza di una frazione della corsa rosa (1977, 1985 e 2015).

Lo Stelvio, la Cima Coppi per antonomasia, poiché è il punto più alto mai raggiunto al Giro d’Italia, sarà scalato (fino alla quota di 2758 metri s.l.m.) per la nona volta. L’elenco dei primi a passare su questa vetta, durante una frazione della corsa rosa, comprende Josè Manuel Fuente nel 1972, Francisco Galdós nel 1975, Jean-René Bernaudeau nel 1980, Franco Vona nel 1994, José Rujano nel 2005, Thomas De Gendt nel 2012, Dario Cataldo nel 2014 e Mikel Landa Meana nel 2017.

La corsa rosa proseguirà poi venerdì 23 ottobre con l’ultima occasione per i velocisti nella 19^ tappa da Morbegno a Asti di 253 km, la più lunga di questa edizione.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!