Continua a ritmo scandito l'ondata di contagi da Covid-19 nel mondo dello sport. A essere interessata nelle ultime ore è anche la MotoGP con l'annuncio della positività al coronavirus anche da parte di Valentino Rossi. Il pilota italiano del Team Yamaha ha comunicato nelle scorse ore l'esito del test che - peraltro - gli impedirà di essere ai nastri di partenza del GP di Aragon.

Sintomi di lieve entità per Valentino Rossi, il quale si è detto rammaricato per quanto accaduto e per la sua assenza nel prossimo Gran Premio di MotoGP.

Valentino Rossi annuncia di essere positivo a Covid

Il pensiero di Valentino Rossi è stato affidato a poche righe sui social ma cariche di significato.

Il pilota ha esordito dicendo: "Questa mattina mi sono svegliato e non mi sentivo bene. Mi sentivo debole e avevo una leggera febbre, quindi ho chiamato subito il medico che mi ha fatto due test. Il risultato del 'test rapido PCR' è stato negativo, proprio come il test che avevo già fatto martedì. Ma il secondo, di cui mi è stato inviato il risultato alle 16 di questo pomeriggio, è stato purtroppo positivo".

"Mi piacerebbe essere ottimista e fiducioso, ma mi aspetto che il secondo round ad Aragon sia un 'no go' anche per me - ha sottolineato Valentino Rossi - sono triste e arrabbiato perché ho fatto del mio meglio per rispettare il protocollo".

Qualcosa però non sembrerebbe essere andato per il verso giusto: "Anche se il test che ho fatto martedì è stato negativo, mi sono isolato già dal mio arrivo da Le Mans.

Seguirò il consiglio medico, e spero solo di guarire al più presto".

La Yamaha conferma la positività

La confermo della positività a Covid-19 del pilota italiano è arrivata anche dal Team Yamaha tramite una nota ufficiale, nella quale la scuderia nipponica ha fornito ulteriori dettagli sulla vicenda.

Lo stesso numero 46, secondo il team giapponese, avrebbe lasciato domenica scorsa il circuito di Le Mans e avrebbe fatto ritorno nella sua casa di Tavullia.

Da quel giorno fino a oggi, spiega sempre la casa giapponese, il pilota non sarebbe stato a contatto con altro personale presente ad Aragon, inclusi i piloti della VR46 Academy, lo staff e i membri del team.

La MotoGp 2020

In questa stagione 2020 di MotoGP l'assenza forzata di Marc Márquez, pilota della Repsol Honda Team, ha rimescolato le carte in tavola nella corsa per il titolo.

Tra i protagonisti ritrovati di questa prima parte di stagione c'è stato anche Valentino Rossi, ritornato a essere competitivo nonostante una moto le cui potenzialità rimangono tutte da decifrare. Anche se i ritiri arrivati negli ultimi tre Gran Premi hanno compromesso la sua rincorsa al vertice.

L'assenza sicura in occasione del GP di Aragon penalizza ulteriormente le possibilità di Rossi di lottare fino al termine della stagione per le posizioni che contano della classifica mondiale.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Moto GP
Segui
Segui la pagina Valentino Rossi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!