Lo sport del basket (tradotto dall'inglese con il termine 'canestro') è conosciuto qui in Italia anche con il nome di pallacanestro. Si tratta dell'abbreviazione del termine 'basketball' attraverso il quale si vuole indicare lo scopo di questa attività sportiva che è quella di dover infilare la palla all'interno di un 'cestino con retina'. Questo sport, nato negli Stati Uniti e per la precisione a Springfield nel Massachussets, si gioca abitualmente tra due squadre composte ognuna da cinque giocatori.

L'idea di questo gioco venne originariamente studiata da un medico ed insegnante di educazione fisica di origini canadesi, James Naismith che, nel 1891, si inventò questo gioco sportivo che, in breve tempo, ebbe così tanto successo da divenire uno degli sport più popolari negli Stati Uniti e, in generale, in tutto il mondo. La Federazione Internazionale Pallacanestro venne fondata nel 1932 e il basket divenne sport olimpico a partire dall'edizione del 1936 dei Giochi Olimpici, tenuti a Berlino.

Il campo dove si svolgono le partite di basket è solitamente lungo 28 metri e largo 15, con il pavimento in parquet o in gomma, delimitato da linee (larghe 5 centimetri) che determinano le regole del gioco. La linea centrale divide le due metà campo in parti uguali; la linea del 'tiro libero' deve essere distante 5,8 da quella perimetrale situata proprio sotto il canestro e deve essere tracciata nel punto centrale rispetto alla larghezza del campo. Oltre alla linea del 'tiro libero', troviamo, ad esempio, anche quella del 'tiro da tre punti', una semicirconferenza esterna che dista esattamente 6,75 metri dal canestro e che si estende fino a 90 centimetri di distanza dalle linee laterali del campo.

La palla per giocare a pallacanestro è solitamente di colore arancione-marrone e viene anche soprannominata 'palla a spicchi' per la sua particolare suddivisione: dev'essere sferica, di cuoio o di pelle ruvida, un fattore non trascurabile questo, in quanto facilita la presa dei giocatori che, spesso, hanno le mani bagnate copiosamente dal sudore.

Il campionato professionistico americano, noto anche come NBA (National Basketball Association) è il torneo più famoso al mondo, dove giocano i migliori giocatori del pianeta, scelti ogni anno dai team partecipanti e provenienti da ogni parte del mondo. Gli Stati Uniti possono vantare anche la squadra nazionale più forte in assoluto, almeno sulla carta, tanto che il quintetto USA è noto anche con il soprannome di 'Dream team'.