Ventitreesima giornata di campionato di seria A pirotecnica e ricca di contenuti. Accende le polveri nell'anticipo del sabato sera un Napoli roboante e in una forma davvero strepitosa che polverizza senza pietà il Bologna annichilendolo e imponendogli un passivo pesantissimo. Sono sette infatti le reti segnate dai partenopei agli emiliani. Le triplette di Mertens, di Hamsik e il gol di Insigne non ammettono repliche e lanciano il Napoli verso la sfida del Santiago Bernabeu contro il Real Madrid del 15 febbraio nella migliore condizione fisica e mentale possibile.

L'1 a 7 degli azzurri ottenuto a Bologna entrerà negli almanacchi come la prima partita vinta in trasferta in cui i partenopei marcano ben sette reti. Napoli che supera la Roma e si piazza momentaneamente al secondo posto in classifica in attesa di Roma Fiorentina di martedì.

Brutto scivolone per il Milan domenica all'ora di pranzo; E' una Sampdoria motivata dalla vittoria contro la Roma lo scorso turno di campionato quella che arriva a San Siro.

I liguri sono abilissimi a chiudersi e a ripartire in velocità in contropiede, ma pur non creando nulla di trascendentale riescono a conquistare l'Intera posta ai danni di un Milan largamente rimaneggiato, e che al di là degli infortuni non riesce ad essere concreto. La difesa delle ultime ore messa insieme da Montella con Kucka e Romagnoli sulle fasce, e con Zapata e Paletta centrali, sembra reggere dando persino anche una parvenza di sicurezza.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Inter

Bastano due errori grossolani nella stessa azione di Zapata reo di aver perso un brutto pallone a centrocampo, e l'altro di Paletta che stende un inoffensivo Quagliarella in area lanciato dall'errore del colombiano del Milan, per punire severamente i rossoneri praticamente in dieci con un Carlos Bacca del tutto impalpabile.

Nel pomeriggio è Lazio show con i biancoazzurri incontenibili e il bellissimo poker di Parolo che passeggiano sul Pescara chiudendo l'incontro 6 a 2.

Anche in questo caso non c'è stata partita, i capitolini hanno sempre controllato il Match dominandolo, e subendo due reti per distrazione che hanno permesso agli abruzzesi di raggiungere il momentaneo pareggio. Quando i ragazzi di Inzaghi hanno imposto il loro ritmo, non c'è stato più confronto, e dopo la bella impresa in Coppa Italia contro l'Inter, i biancazzurri si ripetono anche in campionato.

Le altre partite vedono le vittorie dell'Atalanta su Cagliari per due a zero, del Sassuolo in trasferta contro il Genoa per uno a zero, e del Palermo che compie un altro passo avanti nella corsa alla salvezza superando il Crotone per uno a zero. Due pareggi per Chievo-Udinese (0-0) e Empoli- Torino (1-1).

Il derby d'Italia invece va alla Juventus dopo una partita tirata contro l'Inter grazie a un gol di Cuadrado, che impone lo stop all'Inter che arrivava da otto vittorie consecutive.

I Bianconeri si confermano invincibili tra le mura amiche, e dopo Napoli, e Roma, stendono anche l'Inter. Ad affondare i nerazzurri un missile da fuori area del colombiano tornato in bianconero dal Chelsea in chiusura di un bel primo tempo molto combattuto dove le due squadre si sono affrontate a viso aperto ribattendo colpo su colpo, e dove l'Inter rivendica un rigore a proprio favore per una scivolata di Mandzukic su Icardi non vista dal direttore di gara. Al rientro in campo nella ripresa, la Juventus va in controllo del match tagliando i rifornimenti a Icardi e giocando di rimessa. Ennesima dimostrazione di forza e di solidità dei bianconeri, che non riescono a raddoppiare solo grazie a uno strepitoso Handanovic. L'Inter dal canto suo non esce affatto ridimensionata da questa sfida; ne esce rafforzata grazie al fatto di essersi giocata alla pari le proprie possibilità contro la corazzata Juventina. Dunque un Inter convincente sotto l'aspetto dell'atteggiamento, del coraggio e del cuore, che la porterà a giocarsi il piazzamento nell'Europa che conta fino alla fine.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto